vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Matteo, IV A del Liceo tecnologico: "Benzina, perché tasse su tasse?"

Più informazioni su

VASTO – Pubblichiamo un interessante intervento di Simone Bellucci, della IV A del Liceo scientifico tecnologico Mattei di Vasto. Parla del costo della benzina. La vignetta che trovate nella galleria fotografica è di Matteo Di Giacomo, della stessa classe.

In pochi conoscono la causa del notevole costo della benzina verde e in pochissimi sanno che il 70% di tale costo è costituito da accise ed imposte scandalose al giorno d’oggi :
*1,90 lire per la guerra in Abissinia del 1935;
*14 lire per la crisi di Suez del 1956;
*10 lire per il disastro del Vajont del 1963;
*10 lire per l’alluvione di Firenze del 1966;
*10 lire per il terremoto nel Belice del 1968;
*99 lire per il terremoto in Friuli del 1980;
*75 lire per il terremoto in Irpinia del 1980;
*205 lire per la missione in Libano del 1983;
*22 lire per la missione in Bosnia del 1996;
*0,020 euro per il rinnovo del contratto autoferrotranvieri del 2004.
Quest’ultima è la più accettabile. Delle altre che dire? Il Governo italiano è ancora arretrato o finge di non vedere niente? Una cosa è sicura: il Governo applica su queste accise l’Iva. E’ assurdo, una tassa sulla tassa, come se non bastasse. Forse è il momento di cambiare questa economia, diminuendo le imposte o stabilendo altre tasse, dandone, però, una giustificazione accettabile (come la ricostruzione dell’Abruzzo terremotato). Questa rimane pur sempre un’ipotesi.

Simone Bellucci, classe IV A Liceo Scientifico Tecnologico “E. Mattei”

Più informazioni su