vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Minacce e lesioni ai coetanei, carabinieri arrestano 15enne vastese

Più informazioni su

VASTO – Minacce, anche con un coltello, molestie, lesioni, comportamenti aggressivi nei confronti dei suoi coetanei e anche un’accusa di rapina. Su ordine della Procura della Repubblica per i minorenni dell’Aquila, i carabinieri della Stazione di Vasto hanno arrestato L.P., quindicenne vastese. A suo carico pendono le accuse di minacce, lesioni, atti persecutori e rapina. Era stato precedentemente sospeso dalla scuola media che frequentava e più volte denunciato. Elementi che hanno indotto l’autorità giudiziaria, costatato che i comportamenti pericolosi continuavano anche fuori da scuola, a emettere il provvedimento restrittivo, in ragione della “pericolosità sociale” del ragazzo, scrive in un comunicato il capitano dei carabinieri, Giuseppe Loschiavo. “In una circostanza, armato di coltello” aveva minacciato “un suo coetaneo, a Vasto Marina”, dove “L. si impossessava del ciclomotore, sottraendolo al legittimo proprietario. L’episodio più grave – prosegue l’ufficiale – é quello relativo agli atti persecutori che L. avrebbe posto in essere nei confronti di un altro coetaneo. A quest’ultimo, a causa delle ripetute minacce e molestie, anche a mezzo del telefono, L. avrebbe provocato un grave stato d’ansia e paura, costringendolo a limitare le sue uscite dall’abitazione e a cambiare le sue abitudini di vita”. Le indagini sono state “lunghe e complesse”, condotte attraverso appostamenti e testimonianze. Per ottenere queste ultime, “gli investigatori hanno dovuto fare i conti anche con la paura e l’omertà di genitori e vittime”. Il giovane è stato ora affidato a un centro di recupero individuato dal Tribunale per i minorenni “dove – conclude Loschiavo – si spera possa trovare le dovute attenzioni e cure, anche in considerazione della sua giovanissima età”.



Più informazioni su