vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Moto 2: il vastese Andrea Iannone cade a Jerez e rovina la sua gara

Più informazioni su

VASTO – Un inizio di stagione difficile per Andrea Iannone, nella nuova categoria Moto 2. Se nel primo Gran Premio si era classificato diciannovesimo, evidenziato i problemi di approccio a questa nuova categoria, nell’ultimo Gran Premio, a Jerez de La Frontera, è stato protagonista di una caduta che lo ha messo fuori gioco. Già dalle prove non era iniziata bene, con il ventinovesimo posto sulla griglia di partenza. In ogni caso, Iannone è riuscito a partire bene, riuscendo a risalire diverse posizioni già dal primo giro. Dopo poco, però, Corsi urta Tomizawa che perde olio ed innesca una caduta in massa che costringe il direttore di gara a sventolare la bandiera rossa. La gara riparte ma accorciata di nove giri. Durante la seconda partenza Iannone viene subito urtato e finsice a terra, chiduendo così la sua gara. Un avvio di Campionato sicuramente al di sotto delle possibilità di Andrea. Il pilota vastese non si lascia sopraffare dalla delusione e sul suo sito scrive: “La prima partenza è stata positiva. Avevo visto che gli altri non riuscivano ad allontanarsi e, se la gara fosse continuata, avremmo potuto fare un buon risultato. Peccato per la seconda partenza, nel primo giro sono stato toccato da un pilota che ha provocato la mia caduta. Ci rifaremo a Le Mans”. Sono da rivedere molte cose riguardo alla moto, sicuramente non una delle più competitive del gruppo,  frutto anche delle tante novità di una categoria monomarca per quel che riguarda il motore e le gomme, e che lascia aperti in chiave di sviluppo telaio, sospensioni, elettronica, freni e carenature. Appuntamento quindi per il Gran Premio di Le Mans, sperando che Andrea possa tornare a vincere, così come ha dimostrato di saper fare negli scorsi anni.

Giuseppe Ritucci

Più informazioni su