vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Case popolari: quaranta persone denunciate per l'occupazione abusiva

Più informazioni su

VASTO – Quaranta persone denunciate per falso e truffa aggravata ai danni dello Stato o di altri enti pubblici. Nel mirino l’occupazione abusiva di case popolari. E’ il risultato di una serie di accertamenti a tappeto svolti dalla Guardia di finanza in collaborazione col Comune di Vasto sugli oltre 400 alloggi di edilizia residenziale presenti in città, 39 dei quali di proprietà del Comune: 20 in via Spataro, 10 in via Aragona e 9 in corso Mazzini. I risultati delle verifiche ancora in corso sono stati presentati stamani in una conferenza stampa dal sindaco, Luciano Lapenna, dall’assessore all’Edilizia residenziale, Nicola Tiberio, dall’addetta dell’Ufficio case popolari del Comune, Tina Frangione, e da Nicolino Zaccaria dell’avvocatura comunale. La prossima settimana verranno eseguiti altri 3 sfratti da alloggi di cui è titolare il Comune. “Un precedente accertamento – ha ricordato la Frangione – risale al 1996. Attualmente le domande presentate dai cittadini sono 146. A giorni saranno pubblicate le graduatorie”.

“Nell’ottica di garantire il rispetto delle regole che ha sempre contraddistinto questa amministrazione comunale – ha affermato Lapenna – abbiamo proceduto allo sgombero, anche con l’ausilio delle forze di pubblica sicurezza, delle abitazioni abusivamente occupate. E’ la legge che lo impone e ci stiamo adoperando per farla rispettare. Il processo di moralizzazione in questo settore è stato e sarà radicale. Ho sempre preteso il rispetto delle graduatorie. Ho evitato l’emanzione di ordinanze d’urgenza, che in passato venivano emesse con motivazioni pretestuose. Ogni anno chiediamo agli assegnatari di alloggi di edilizia residenziale di confermare il possesso dei requisiti necessari”, cioè il reddito e il non possesso di un’altra casa. Presentati anche i risultati delle indagini svolte nei mesi scorsi dalla Guardia di finanza sull’occupazione abusiva delle abitazioni di proprietà dell’Ater, l’ente che gestisce a Vasto circa 400 alloggi. Quaranta – tra rinviati a giudizio e persone destinatarie di contestazioni dirette da parte del Comune – gli indagati nell’ambito dell’inchiesta condotta dalle Fiamme gialle, agli ordini del capitano Luigi Mennitti. Molti dei denunciati per falso e truffa aggravata ai danni dello Stato o di altri enti pubblici erano assegnatari, ma sono stati bloccati prima di prendere possesso degli appartamenti.

Michele D’Annunzio – micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su