vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Petrolio in mare, Chiodi: "La Regione si opporrà ai nuovi pozzi"

Più informazioni su

VASTO – La Regione Abruzzo si opporrà all’installazione di nuovi pozzi di petrolio nel mare antistante le proprie coste. Lo ha assicurato il presidente della Regione, Gianni Chiodi, rispondendo ieri al question time in Consiglio regionale. Il problema delle trivellazioni petrolifere è tornato prepotentemente alla ribalta dopo la notizia della richiesta presentata dalla Petroceltic Italia al Ministero dello Sviluppo economico per eseguire nuove perforazioni in un ampio tratto di mare compreso tra Pineto, Vasto e le Isole Tremiti.  Chiodi ha promesso “L’impegno del governo regionale è quello di contrastare ogni forma di trivellazione in Abruzzo. Abbiamo già approvato un piano energetico regionale che vieta in Abruzzo la produzione di energia elettrica dalla combustione di idrocarburi liquidi e i suoi derivati mentre valorizza la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili con l’obiettivo di arrivare al 2015 alla copertura del fabbisogno energetico pari almeno al 51 %”. Il tutto mentre la legge che vieta l’estrazione e la raffinazione di idrocarburi liquidi su tutto il territorio regionale, approvata in Consiglio con i voti della solla maggioranza di centrodestra, è stata impugnata dal Governo nazionale davanti alla Corte costituzionale. La Regione ha deciso di resistere nel giudizio davanti alla Consulta, ma ha anche avviato trattative con i tecnici ministeriali. L’obiettivo è arrivare alla redazione di un testo di legge condiviso da sottoporre all’approvazione del Consiglio regionale.
Michele D’Annunzio – micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su