vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Termovalorizzatore a Cupello, i sindaci di Vasto e San Salvo frenano

Più informazioni su

VASTO – Prevale la prudenza. La costruzione di un termovalorizzatore è una questione spinosa. Cupello, che ha sul suo territorio la discarica di Valle Cena, si candida ad essere sede dell’inceneritore a recupero energetico: che bruci, cioè, i rifiuti per generare, attraverso una caldaia contenente acqua, vapore destinato a produrre energia elettrica. Ma Vasto e San Salvo frenano. Anche perché il problema può creare spaccature all’interno del centrosinistra. Se ieri Angelo Pollutri, sindaco di Cupello, è tornato a chiedere apertamente la costruzione del termovalorizzatore e il Consiglio comunale del paese si appresta a riunire le commissioni competenti in seduta congiunta, a questo colpo d’acceleratore i sindaci dei comuni più grandi del Vastese rispondono premendo il piede sul freno. “Allo stato delle cose, le decisioni vanno rimesse agli organismi deputati”, si limita a dire Luciano Lapenna, sindaco di Vasto. “Se è vero che l’immondizia da qualche parte bisognerà pur metterla – ammette Gabriele Marchese, primo cittadino di San Salvo – è altrettanto vero che serve una decisione condivisa da prendere tutti assieme. Aspettiamo di vedere quali sono le intenzioni della Giunta regionale, che dovranno essere tradotte nel Piano regionale dei rifiuti. Ma mi si consenta di dire – sottolinea Marchese – che in questo territorio abbiamo già dato”.

Michele D’Annunzio – micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su