vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Stalking, trentenne dovrà stare lontano almeno 500 metri dalla sua ex

Più informazioni su

GISSI – Non potrà avvicinarsi a meno di 500 metri dalla sua ex. Dovrà girare alla larga M.M., 30 anni, operaio di Gissi, accusato di stalking ai danni di C.A., una quarantenne del posto. Secondo i carabinieri, la donna, separata e madre di figli piccoli, sarebbe stata vittima di minacce e atti persecutori. Tra i due c’è stata in passato una breve relazione. Probabilmente, il trentenne non riusciva a darsi pace dopo la fine del rapporto. “L’ingombrante presenza di M.M. nella vita della donna – spiega il capitano dei carabinieri di Vasto, Giuseppe Loschiavo – col tempo si era trasformata in una vera e propria persecuzione, per lei e per i suoi cari.
Dalle minacce, infatti, M.M. era passato alla violazione di domicilio, alle lesioni e al continuo controllo della vita e delle abitudini della donna.
Il continuo comportamento invadente dell’uomo, alla lunga ha avuto anche riflessi nella serenità della vita familiare e nello stato di salute della donna. L’ex amico, quindi, era diventato un vero incubo”. La quarantenne, dopo aver provato più volte a far capire al suo ex compagno che non riusciva a sopportare la situazione, ha raccontato tutto ai carabinieri. A seguito delle indagini, i militari dell’Arma hanno denunciato l’uomo con l’accusa di stalking. Il Gip del Tribunale di Vasto ha accolto la richiesta di misura cautelare formulata dalla Procura. “M.M. – spiega Loschiavo – ora non potrà avvicinarsi a meno di 500 metri dalla donna, dai suoi familiari e dai luoghi abitualmente da loro frequentati. In caso di inottemperanza al suddetto divieto, per l’uomo si aprirebbero immediatamente le porte del carcere”.

Michele D’Annunzio

 

Più informazioni su