vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Estate: vietato tuffarsi dal pontile, altrimenti scatteranno le multe

Più informazioni su

VASTO – Divieto di tuffarsi dal pontile di Vasto Marina. Per chi lo farà scatterà la multa. E’ stata emanata, in attesa che le condizioni meteo consentano di andare al mare, l’ordinanza balneare che riguarda la costa vastese. Per motivi di sicurezza, il tuffi da pontile sono severamente vietati.

L’ordinanza. “In tutto 13 articoli – spiega il tenente di vascello Fabio Occhinegro, comandante della Guardia costiera di Vasto – liberamente consultabili sul sito istituzionale dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Vasto alla sezione ordinanze, che dettano regole e divieti da osservare per prevenire ogni possibile situazione di pericolo: velocità massima consentita nei corridoi di lancio 3 nodi – delimitazione della fascia di mare riservata alla balneazione per un ampiezza di 300 metri dalla battigia – confermata la zona cuscinetto di ulteriori 50 metri in cui è interdetta la navigazione a motore. E poi ancora obbligo per gli stabilimenti balneari di dotarsi di un assistente bagnanti ogni 150 metri di fronte mare – divieto di tuffarsi dal pontile di Vasto marina e dai frangiflutti dislocati lungo il litorale di giurisdizione.
Questi alcuni dei passaggi più importanti. 
L’ordinanza è stata riassunta in pillole con la suddivisione delle principali prescrizioni per i bagnanti e i diportisti, oltre ad una sezione  dedicata alla pesca subacquea sportiva. Il tutto accompagnato da semplici illustrazioni che rendono la lettura ancora più immediata. 
Si raccomanda come al solito il buon senso e tanta prudenza per una stagione balneare all’insegna del sano divertimento. Per le emergenze in mare è attivo h 24 il numero blu 1530″. 

Vongolare. Lo scorso anno le polemiche si erano sprecate. Vongolare sotto costa che intorbidivano le acque antistanti la spiaggia di Vasto Marina. Proprio durante la stagione turistica. Continue segnalazioni al centralino della Guardia costiera e lamentele degli operatori balneari. La questione era arrivata anche in Consiglio comunale. Quest’anno cambiano le regole: le vongolare dovranno rimanere lontane dalla riva almeno 500 metri. Lo stabilisce l’ordinanza, già in vigore, emanata dalla Capitaneria di porto di Ortona. Il precedente limite era fissato a 3 metri di fondale, cosa che consentiva alle imbarcazioni, in presenza di profondità variabili, di spingersi vicino al litorale. Quest’anno, i pescatori di vongole non potranno rastrellare la sabbia troppo in prossimità della riva, se non vogliono incorrere in multe salate. Pescare più lontano, ma anche pescare meno, visto che il quantitativo massimo è fissato in 50 sacchi, invece dei 60 consentiti nel 2009 quando, per arginare gli sconfinamenti, i militari dell’Ufficio circondariale marittimo si erano dotati di telecamere utili a documentare gli illeciti. Nei giorni scorsi, è scattata la prima sanzione nei confronti di un armatore che aveva sbarcato a Punta Penna 170 chili in più (17 sacchi) rispetto al consentito. Le vongolare in azione nel mare di Vasto sono una ventina. In genere, fanno base a Ortona, qualche volta anche a Punta Penna. Tra la fine del mese e gli inizi di giugno dovrebbero allontanarsi dalla zona per garantire un sereno svolgimento della stagione turistica. E’ quello che con le buone la Guardia costiera ha raccomandato ai pescatori.

Michele D’Annunzio – micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su