vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Volley donne: ct della Nazionale assiste alle finali interregionali

Più informazioni su

VASTO – Tra il numeroso pubblico che da ieri assiste alle finali interregionali under 18, che vedono in campo la San Gabriele Volley, Altamura, Campobasso e Trevi, spicca la presenza di Massimo Barbolini, allenatore della Nazionale femminile di volley.  Accompagnato dalla moglie e dalla figlia più piccola è venuto a Vasto per assistere alle gare della figlia più grande, che gioca con Trevi.  Ne abbiamo approfittato per fargli qualche domanda.

In questi giorni è Vasto solo in veste familiare o comunque mantiene sempre uno sguardo in prospettiva lavorativa?
Sono qui  con la mia famiglia semplicemente per vedere giocare Valentina (la figlia,ndr). E’ una bella emozione vederla in campo, infatti cerco sempre di seguirla quando mi è possibile. Poi è ovvio che, visto il mio lavoro, cerco sempre di scrutare quello che di buono vedo in campo.

Come giudica il livello di questo torneo interregionale?
Il livello è molto buono, si sto vedendo molte giocatrici interessanti. Nel Trevi, ci sono ben tre ragazze che fanno parte del gruppo allargato della nazionale juniores, ma anche le altre ragazze mi sembra si stiano comportando molto bene. Tutte le gare sono molto tirate. Nonostante siano giocatrici giovanissime si sta vedendo della buona pallavolo.

Durante gli incontri l’abbiamo vista agitarsi molto sugli spalti. Non le viene a volte la tentazione di voler dare dei consigli a sua figlia o all’allenatore?
Assolutamente no. Sinceramente soffro di più sugli spalti che quando sono in panchina ad allenare. Stando fuori si vivono emozioni diverse. Con l’allenatore del Trevi c’è un rapporto di stima e amicizia che dura da tanti anni e non mi permetto mai di invadere il suo campo. Queste poi sono competizioni bellissime. Le ho vissute anche io da ragazzo e ricordo davvero con piacere il fatto di stare per un po’ di giorni fuori casa, con i compagni di squadra e di vivere una sana competizione con altri ragazzi.
Come procede il lavoro con la Nazionale maggiore?
A breve partirà una prima fase di raduno con le ragazze che hanno già terminato il campionato. Poi il 20 giugno arriveranno anche le altre e intensificheremo il lavoro in vista delle qualificazioni per il Gran Prix e per i prossimi Mondiali, sperando vada tutto bene.

Avrà tempo di visitare Vasto?
E’ la seconda volta che vengo. Nella scorsa estate, durante i Giochi del Mediterraneo, la nostra permanenza in città è stata molto piacevole, visto che abbiamo conquistato la medaglia d’oro. In questa occasione, sono qui con più calma e, anche approfittando di questo bel sole che c’è oggi potrò gustarmi le bellezze della città con tranquillità.

Giuseppe Ritucci

Più informazioni su