vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Anniversario della morte di Falcone, la targa che lo ricorda

Più informazioni su

VASTO – “Non li avete uccisi. Le loro idee camminano con le nostre gambe”. C’è scritto così sulla targa della villa dinamica del quartiere San Paolo, che il 23 maggio dello scorso anno è stata intitolata a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Dopo anni di battaglie, il Comitato del quartiere, di cui è portavoce Antonio Colella, è riuscito a ottenere l’intitolazione a loro e alle altre vittime delle due stragi che hanno colpito a morte i simboli della lotta alla Mafia. Il 23 maggio non è una data casuale. E’ il giorno dell’attentato di Capaci, in cui morirono nel 1992 Falcone, sua moglie Francesca Morvillo e gli agenti della scorta. Ieri è stato il diciottesimo anniversario. Il 19 luglio di quello stesso anno, un’autobomba in via D’Amelio si sarebbe portata via anche l’altro magistrato che aveva dedicato la sua vita a combattere la criminalità organizzata: Paolo Borsellino. Suo fratello Salvatore, che da tempo ha intrapreso una battaglia personale per scoprire la verità, è stato protagonista, a settembre del 2009, di un toccante intervento a Vasto, in occasione della Festa nazionale dell’Idv. Si era presentato a Palazzo D’Avalos con un’agenda rossa, simile a quella in cui suo fratello Paolo aveva annotato i risultati delle indagini compiute sull’attentato a Falcone. Appunti importantissimi che sono misteriosamente spariti.
“L’agenda rossa – aveva detto a Vasto Salvatore Borsellino – è il simbolo della giustizia negata. Ritengo che la strage che ha spezzato le vite di Paolo e della sua scorta sia stata preordinata per sottrarre l’agenda rossa. Lì dentro c’era scritto tuo quello che Paolo stava facendo. Stava indagando sull’attentato di Capaci. Io non vengo qui per farvi commuovere, ma per farvi arrabbiare. Paolo e quei ragazzi sono morti per noi”. A diciotto anni da quei fatti tragici, i punti interrogativi sono ancora molti.

Michele D’Annunzio – micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su