vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Pro Vasto, Vitelli se ne va. Società: il 28 riunione per decidere il futuro

Più informazioni su

VASTO – Al momento, l’unica certezza è che il vice presidente Nicola Vitelli ha gettato la spugna. Una defezione non da poco, per la Pro Vasto. In due stagioni, quelle del ritorno tra i professionisti e della salvezza in Seconda divisione, l’imprenditore che realizza piscine in Val di Sangro è stato sempre presente. Ha seguito la squadra, l’ha sostenuta con la sua passionalità. Un brutto colpo per una società che deve ancora decidere cosa fare di se stessa. Il presidente, Mimmo Crisci, si è preso due settimane di tempo. I quindici giorni scadranno, probabilmente, venerdì prossimo: è fissato, infatti, per il 28 maggio il vertice con l’associazione “Insieme si può”, che ha affiancato la società nella stagione da poco terminata. Il presidente dell’associazione, Paolo D’Amico, è anche vice presidente della Pro Vasto. Per Crisci è fondamentale non rimanere solo, o in compagnia di pochissimi. Se riuscirà a coagulare forze imprenditoriali attorno ai colori biancorossi, resterà al timone per il sesto anno consecutivo. In caso contrario, potrebbero aprirsi scenari imprevedibili. Crisci è stato a Madrid per assistere alla finale di Champions insieme al tecnico, Pino Di Meo, e all’altro vice presidente, Enrico Russo. Di Meo è già rientrato in Italia: “Non so cosa succederà”, dice l’allenatore di Trani. “Per il momento, sono della Pro Vasto: ho un altro anno di contratto. Ma se Crisci se ne va, vado via anch’io. Questa è una squadra che, se ritoccata, può fare grandi cose. Ma è chiaro che, se dovesse arrivare una chiamata dalla Prima divisione, mi giocherei quella possibilità”.

Michele D’Annunzio – micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su