vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Metalmeccanico, nel Vastese aumenta il ricorso alla cassa straordinaria

Più informazioni su

VASTO – Aumenta il ricorso alla cassa integrazione straordinaria nel settore metalmeccanico. In tutta Italia come nel Vastese è un campanello d’allarme. A Vasto e nel suo comprensorio, nel comparto, che è legato soprattutto al settore dell’automobile, sono 600 i posti di lavoro ancora a rischio. “Nei prossimi mesi – prevede Mario Codagnone, segretario provinciale della Fiom-Cgil – ci troveremo ad affrontare situazioni di crisi in diverse aziende del Vastese. Problemi che vanno risolti con la partecipazione di tutti, comprese le istituzioni, per salvaguardare sia le esigenze dei lavoratori che quelle delle imprese in un periodo in cui, checché se ne dica, non ci sono segnali di ripresa”. Nei giorni scorsi, al termine di un tavolo di confronto riunitosi a Chieti, sono stati indetti la cassa integrazione straordinaria alla Cima Cid di San Salvo e i contratti di solidarietà alla Sider Vasto. La parte meridionale d’Abruzzo riflette la crisi generale: “La cassa integrazione per i metalmeccanici – si legge in una nota del sindacato di Epifani – continua ad aumentare, cala la cassa ordinaria ma la straordinaria raggiunge livelli record, i più alti dall’ottobre 2008. L’allungamento della cassa ordinaria a 24 mesi, il potenziamento dei contratti di solidarietà, l’estensione del sistema contributivo anche a quelle aree produttive che attualmente ne sono esenti, l’equiparazione degli strumenti di tutela dei precari, oltre che ad essere scelte di responsabilità sociale diventano oggi le uniche economicamente percorribili, se non si vuole far precipitare a tappe forzate la questione occupazionale nel nostro Paese in una macelleria sociale dalle dimensioni mai viste”.

 Michele D’Annunzio – micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su