vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

"Guerra dei piccioni", le controproposte di Spinnato, dei Verdi

Più informazioni su

VASTO – Il nuovo capitolo della guerra dei piccioni, a Vasto, è quello delle proposte alternative. Nei giorni scorsi, Michele Celenza, presidente dell’associazione civica Porta Nuova, annunciava che il Comune di Vasto ha accolto la richiesta di riduzione numerica dei colombi nel centro storico attraverso la somministrazione di un antifecondativo che si chiama nicarbazina. Antonino Spinnato, dei Verdi, commentava parlando di “sterminio di massa” e Celenza replicava ricordando di aver raccolto 800 firme nel 2003 per sollevare il problema. Ora la controreplica di Spinnato:

“E’ vero – scrive in un comunicato – siamo stai noi Verdi, e precisamente in Toscana, a chiedere l’uso di questo antifecondativo, ma ben presto ci siamo resi conto che il metodo non funzionava, perché i piccioni venivano sterminati, tanto è vero che in Toscana è stato abbandonato perché: Presenta rischi di contaminazione ambientale e di coinvolgimento di specie non-target (predatori e commensali) e di intossicazione per gli stessi colombi, in quanto l’assunzione del cibo trattato, e quindi il dosaggio del farmaco, non è controllabile.
Inoltre, gli effetti antifecondativi decadono più o meno rapidamente, con la conseguenza di dover reiterare continuamente i trattamenti, senza soluzione di continuità. In paesi come la Francia, l’uso della nicarbazina è stato abbandonato da più di dieci anni, ma noi, come vedi caro Michele, siamo sempre in ritardo. La stessa Organizzazione mondiale della sanità già nel 1997 ne sconsigliava l’uso, perché poco efficace e molto costosa”.

Le controproposte. I Verdi ritengono, invece, necessario limitare le forniture di cibo e i “siti di nidificazione su edifici e manufatti, tramite installazione di dissuasori di appoggio incruenti, chiusura selettiva delle cavità con reti antintrusione ed altri sistemi di protezione”.

Michele D’Annunzio – micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su