vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Pro Vasto, Crisci: "Resto? Non è detto". Intanto budget ridotto

Più informazioni su

VASTO – Ogni socio sborserà la metà rispetto allo scorso anno e per fare la squadra si punterà sui giovani, ma che Crisci rimanga presidente della Pro Vasto non è certo. E’ lui stesso a dirlo: “Ad oggi – dice il numero uno della società – le condizioni sono queste. Ma non significa che rimarrò. Ben vengano ipotesi di affiancamento o di sostituzione”. Ieri, al ristorante Lo Chef, Crisci ha incontrato l’associazione Insieme si può che, con 380mila euro, ha contribuito alla gestione della scorsa stagione, la prima dopo il ritorno in Seconda divisione. “La stagione è costata un milione e 400mila euro, una somma esorbitante, ma la colpa è mia, solo mia”: sono le parole, riportate dal sito ufficiale http://www.provasto.it/, che il presidente ha detto ai membri dell’associazione presieduta da Paolo D’Amico. “Mi sono lasciato prendere da troppo entusiasmo. Il prossimo campionato – ha aggiunto – lo faremo con giovani dell’89, ’90, e ’91 puntando innanzitutto agli incentivi del minutaggio stabiliti dalla Lega e alla salvezza. Diversamente non si può fare, spero che qualche imprenditore si faccia avanti in società al di là delle iniziative del comitato”. Oggi Crisci aggiunge che “è emersa la volontà dei soci di rinnovare il sostegno, dimezzando le quote da 5mila a 2mila 500 euro in un periodo di crisi economica generale e raddoppiando il numero dei partecipanti. Ogni socio si impegna a trovarne un altro. Ad oggi, queste sono le condizioni, ancora tutte da realizzare. Non significa che rimarrò presidente. Ben vengano ipotesi di affiancamento o di sostituzione”. Rimane il problema dei giocatori sotto contratto. Un nome su tutti: Fabrizio Cammarata. “Valuteremo queste situazioni quando sarà il momento”, si limita a dire Crisci.

Michele D’Annunzio – micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su