vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Svaligiato lo storico bar "167", i residenti: "Servono le telecamere"

Più informazioni su

VASTO – Hanno forzato l’inferriata esterna, poi la porta d’ingresso. Una volta dentro il bar 167 del quartiere San Paolo, hanno fatto sparire una macchinetta del videopoker, i soldi della cassa, confezioni di caffè e bottiglie di alcolici. Nella notte tra giovedì e venerdì, la stessa in cui sono state svaligiate le ville di due imprenditori cugini tra loro in contrada Colli, un altro colpo è stato messo a segno nello storico punto di ritrovo del rione più popoloso della città. Quello che G.G. gestisce insieme alla moglie è il secondo bar a essere stato preso di mira nel giro di 24 ore dopo il Luca’s Coffee di Vasto Marina. Questa volta nel centro abitato e, per di più, nello stesso edificio che ospita gli uffici del Giudice di pace. I malviventi sono riusciti a forzare le inferriate del cancello esterno e la porta d’ingresso e poi hanno fatto razzia. Sparito il denaro contenuto nella cassa, un’intera macchinetta da videopoker contenente circa 1700 euro in monete da un euro, pacchi di caffè e bottiglie di alcolici. Il valore del bottino supera i 2mila euro. Una volta usciti, hanno fatto perdere le loro tracce.

I residenti. I cittadini cominciano seriamente a preoccuparsi. “La situazione – dice senza mezzi termini Fabio Cedro – è allarmante. E’ stato preso di mira uno dei simboli di questo quartiere. Da oltre trent’anni, lo storico bar 167 è un punto di ritrovo per tutti. In questa zona, non c’è una persona che non sia entrata a prendere almeno un caffè. Sulla sicurezza, bisogna alzare il livello di guardia, accelerando sull’installazione delle telecamere. E poi – dice Cedro interpretando il pensiero dei residenti – gli organici delle forze dell’ordine sono insufficienti. Vanno rafforzati”.

Michele D’Annunzio – micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su