vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Politica: l'Idv si ricompatta sulla raccolta firme per i referendum

Più informazioni su

VASTO – L’Italia dei valori prosegue stasera a Vasto Marina la raccolta di firme per i referendum contro centrali nucleari, privatizzazione dell’acqua e legge sul legittimo impedimento. Ieri in concomitanza con la seconda serata della festa di Stella Maris e con il primo, vero pienone serale, gli attivisti del circolo di Vasto hanno piazzato il loro banchetto in lungomare Cordella. “Nella riunione si è discusso, ma abbiamo chiarito – ha commentato Pasquale Morone dopo il faccia a faccia tra i giovani Idv e la dirigenza del partito – e ora siamo qui a portare avanti le nostre battaglie”. I contrasti erano sorti dopo le dichiarazioni del consigliere regionale Paolo Palomba che, in vista delle elezioni comunali 2011, aveva gettato un sasso nello stagno del centrosinistra per proporre la candidatura di una donna a sindaco di Vasto. Senza fare nomi, Palomba aveva parlato di “una giovane mamma”. Un identikit che sembrava corrispondere a Eliana Menna, ex assessore comunale e attualmente consigliere provinciale. Ma subito si erano rincorse le voci sull’esistenza di un asso nella manica: un nome nuovo da giocare sul tavolo della coalizione che amministra la città. I giovani dell’Idv erano andati subito in fibrillazione e, attraverso il loro segretario, Fabio Cedro, avevano rivendicato il diritto di partecipare alle scelte del partito. Poi il vertice nella sede di Largo del Fanciullo, di fianco alla cattedrale di San Giuseppe. Discussioni, chiarimenti e, infine, un documento unitario in cui si lancia un avviso agli altri partiti del centrosinistra: non pensate di prendere dal soli, senza l’Italia dei valori, le decisioni su come la coalizione si presenterà alle prossime elezioni.

Michele D’Annunzio – micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su