vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Pro Vasto, un'altra settimana d'attesa: il 14 giugno nuovo vertice

Più informazioni su

VASTO – Un’altra settimana di attesa. La solita estate ad aspettare novità. I tifosi della Pro Vasto ci sono abituati. E’ così da anni. E il 2010 è come gli anni precedenti. Il 14 giugno sarà il giorno del secondo vertice tra il presidente, Mimmo Crisci, e l’associazione “Insieme si può”, che da un anno a questa parte affianca la società con un contributo di circa 380mila euro nella scorsa stagione. Una somma che potrà essere confermata solo se si arriverà a raddoppiare il numero dei soci. Nella prima riunione, quella del 29 maggio, si è deciso, infatti, di dimezzare il valore delle quote. Non più 5mila, ma 2mila 500 euro perché la crisi colpisce tutti: imprenditori, professionisti e tifosi che, nell’anno in cui la squadra è tornata a giocare tra i professionisti, non hanno fatto mancare il loro supporto economico. Ora, però, serve continuità per evitare che l’avventura in Seconda divisione si interrompa. Crisci è stato chiaro: dopo aver speso un milione e 400mila euro in una sola stagione, vuole la garanzia di non rimanere da solo. Altrimenti, il suo sesto campionato da presidente non inizierà. Ma l’impressione è che il presidente, pur dicendosi aperto a “ipotesi di affiancamento o sostituzione alla guida della società”, non abbia intenzione di abbandonare la nave in mare aperto. L’associazione sta lavorando per rafforzare questa ipotesi. Ma è chiaro fin da subito che il budget sarà ridimensionato. Nessuno è disposto a spendere la stessa cifra del campionato che si è concluso il 9 maggio. Troppo sproporzionato il rapporto tra spese (elevate) e risultati (salvezza con una giornata d’anticipo). Ragion per cui la Pro Vasto del futuro sarà fatta principalmente di giovani dell’89, del ’90 e del ’91 puntando ai premi di minutaggio previsti dalla Lega. E sul futuro dei 9 giocatori sotto contratto, tra cui Cammarata, rimane ancora un grosso punto interrogativo.

Michele D’Annunzio – micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su