vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Unicef e Comune: inaugurato in via Firenze il monumento all'infanzia

Più informazioni su

SAN SALVO – La città di San Salvo rende omaggio all’Unicef. Inaugurato stamani, vicino alla scuola materna di via Firenze, il Monumento all’Infanzia realizzato su iniziativa del Comune e dell’associazione che difende i diritti dei bambini, dallo scultore sansalvese Ettore Altieri. Cerimonia ufficiale cui sono intervenuti, tra gli altri, il prefetto di Chieti, Vincenzo Greco, il presidente dell’Unicef Abruzzo, Annamaria Monti, il sindaco di San Salvo, Gabriele Marchese, il vice sindaco, Angela Di Silvio, e il sindaco dei ragazzi, Antonio Cordisco. Tanti gli alunni presenti, oltre all’orchestra della Scuola media, che ha intonato diversi brani, tra cui l’Inno di Mameli al momento della scopertura della scultura. I bambini del Primo circolo didattico si sono esibiti in balli e canti folkloristici, mentre quelli del Secondo circolo hanno letto riflessioni sul tema de L’infanzia e i diritti negati. “L’evento – si legge in una nota del Comune – si colloca nell’ambito di una serie di iniziative che il Comune ha promosso  in collaborazione con l’Unicef su L’infanzia e i diritti negati, tra le quali il Mercatino dei bambini dello scorso 23 maggio durante il quale i piccoli commercianti hanno potuto vendere i giochi che ormai non usano più ed utilizzare il guadagno per acquistare il libro …Vola, vola, vola!… realizzato con i pensieri dei bambini aquilani sul terremoto e sul G8″. “Con il ricavato realizzato dalla vendita dei libri – spiega la Di Silvio – verranno acquistate delle attrezzature per la palestra della scuola di San Demetrio né Vestini a l’Aquila”. Si intitola L’infanzia e i diritti negati-Parole e immagini per i bambini aquilani il concorso che si è svolto a San Salvo per sensibilizzare i giovani al valore della vita. “Quella di oggi – commenta Marchese – vuol essere un’occasione per ribadire la necessità estrema di garantire i diritti dei minori in un momento nel quale la condizione dei bambini nel mondo continua ad essere drammatica: minori sfruttati nelle guerre, che non possono godere di una istruzione adeguata, che subiscono abusi e maltrattamenti o sono costretti a lavorare anche in tenera età e che ancora troppo spesso vengono privati del diritto fondamentale ad esistere. Il terremoto che ha colpito l’Aquila ci ricorda tragicamente che tra le priorità assolute di ogni sana azione politica ed amministrativa vi è la sicurezza degli edifici scolastici a cui occorre destinare tutte le risorse necessarie”.

micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su