vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Scoppia il "caso Molino": "Voglio un chiarimento con Lapenna"

Più informazioni su

VASTO – “Ora salgo dal sindaco perché voglio parlare con lui”. Nella Giunta municipale di Vasto scoppia all’improvviso il caso Molino. L’assessore comunale alle Finanze e al Personale ha rimesso al suo partito, il Pd, la seconda delega, quella che riguarda la gestione dei dipendenti del municipio. Al centro dello scontro le buste paga degli impiegati pubblici. “Non è una questione di soldi, quelli ci sono”, spiega Domenico Molino, ma “ho chiesto al partito di approfondire questo argomento e, forzando anche la mano, ho riconsegnato al Pd la delega per trovare una soluzione a una questione che, se tralasciata, potrebbe vederci nella difficoltà di elaborare gli stipendi del giugno 2010 per un problema gestionale dovuto all’esternalizzazione delle buste paga”, la cui elaborazione è stata affidata a un’impresa privata. “L’outsourcing sperimentale – dice Molino – non ha funzionato. L’assessore al Personale non può assumersi la responsabilità per buste paga sbagliate. Non è stato possibile risolvere le cose in Giunta, dove mi sono scontrato contro un muro quando ho proposto il ritorno all’antico” perché l’affidamento a privati ha prodotto “un aggravio di spesa pari a 24mila euro e una confusione gestionale: abbiamo – spiega l’assessore – figure interne al municipio che predispongono le buste paga e lo fanno con una qualifica da telefonisti che svilisce il loro lavoro. La sperimentazione è fallita. Le anomalie sono state rimarcate anche da molti dipendenti del Comune”. In genere, quando si restituisce una carica conferita dal sindaco, la si restituisce al sindaco. Molino, invece, la rimette al Partito democratico perché “se un sindaco porta la nave alla deriva – polemizza – la politica ha il dovere di prendere il timone. Di questa mia decisione ho interessato i segretari regionale, provinciale e cittadino del Pd”, cioè Silvio Paolucci, Camillo Di Giuseppe e Peppino Forte. “E ora salgo dal sindaco per parlare con lui”. Al termine della riunione, cui ha partecipato anche Forte, Molino dice: “Ci siamo parlati e abbiamo preso del tempo per riflettere. Nei prossimi giorni ci rivedremo”.

Michele D’Annunzio – micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su