vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Ex interinali Pikington, nasce un comitato per la riassunzione

Più informazioni su

SAN SALVO – Si chiama Comitato ex Pilkington. Lo ha costituito un gruppo di lavoratori interinali rimasti senza occupazione perché il loro contratto a tempo indeterminato è scaduto e non è stato rinnovato. La crisi economica ha avuto forti ripercussioni anche sull’azienda che produce vetro per auto a San Salvo. Nello stabilimento di Piana Sant’Angelo sono stati tagliati nei primi mesi del 2010 circa 100 posti di lavoro, in concomitanza con il trasferimento di alcune lavorazioni all’estero. Poi, a maggio, la riassunzione di una trentina di interinali: parte della produzione è stata spostata, infatti, nei giorni scorsi dalla Polonia, colpita da una drammatica alluvione, all’Abruzzo. Ma i giovani che sono rimasti ancora a spasso hanno intrapreso una battaglia legale per tornare a lavorare, affidandosi allo studio legale Di Pardo-Iacovino con l’ausilio degli avvocati Nicola Del Re e Pierpaolo Passarelli. Sulla scia del Comitato ex Sevel, ora ne nasce uno analogo che riguarda la Pilkington, dove “alcuni lavoratori – si legge in un comunicato del Comitato – hanno intrapreso un’azione giudiziaria nei confronti” dell’azienda. Un’iniziativa “identica” a quella degli ex operai Sevel e “tesa ad ottenere la conversione dei contratti interinali in contratti di lavoro a tempo indeterminato. Il periodo di riferimento è l’anno 2009”, quando “l’azienda inglese” ha “assunto una serie di lavoratori con contratto interinale”, poi non rinnovato. Il primo atto dei legali è stato il tentativo di conciliazione presso la Direzione provinciale del lavoro di Chieti. Secondo l’avvocato Iacovino, le possibilità di tornare in fabbrica sono concrete, perché “diverse e recenti pronunce di autorevoli Tribunali hanno confermato, in casi analoghi a quelli degli ex lavoratori Pilkington, la illegittimità dei contratti interinali, nonché dei contratti a tempo indeterminato, condannando il datore di lavoro a riassumere il lavoratore a tempo indeterminato”.

L’appello. Il Comitato rivolge un appello agli ex operai: “Non aderire alla vertenza con la speranza di essere richiamati a lavoro a tempo indeterminato, oppure” credendo “che qualche santo in paradiso possa consentire che ciò accada, era e resta una pia illusione”.

Michele D’Annunzio – micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su