vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Slow Food: "Non abbiamo assassinato la ricetta del brodetto"

Più informazioni su

VASTO – “Non abbiamo cambiato la ricetta. L’abbiamo presa dal libro del 2006 di Pino Jubatti”, cultore dell’arte culinaria vastese. “Abbiamo allestito una manifestazione con tanti appuntamenti interessanti. Difendiamo le tradizioni”, sottolinea Raimondo Pascale, fiduciario della Condotta vastese di Slow-Food. La polemica sulla ricetta madre è scoppiata proprio nei giorni in cui a Vasto si svolge Brodetto & Contorni, la manifestazione che ha sostituito il Mese del Brodetto. Uno degli ingredienti pubblicizzati ha suscitato le critiche dei puristi. E’ il cefalo. In vastese la mijella. “Riteniamo – ribatte Pascale – che le polemiche non siano giustificate perché di ricette tradizionali ce ne sono diverse, alcune per preparazioni monoporzione, altre per i classici quantivi da 4 persone”. Il problema è il cefalo. “Mettere il cefalotto nel brodetto – afferma il fiduciario di Slow Food – è previsto dalla ricetta pubblicata nel 2006 nel libro Cucina e Trabocchi, scritto da Pino Jubatti, il massimo esperto di brodetto, nel 2006 per l’editrice Il Nuovo. L’abbiamo presa dal sito specializzato mondodelgusto.it: http://www.mondodelgusto.it/2007/05/26/brodetto-di-pesce-alla-vastese/. Difendiamo le tradizioni, è il nostro compito. E lo facciamo con una manifestazione di qualità”. Intanto, tutto esaurito per la serata al trabocco di Punta Penna, dove il ristoratore Italo Ferri ha preparato, nell’ambito di Brodetto & Contorni, ricette col pesce azzurro. Gli appuntamenti continuano. Domenica, alle 21, il Teatro della cucina. Pasta e pesce, mentre il 2 e il 3 luglio cena itinerante: si degusteranno i primi in piazza Rossetti e i secondi in piazza del Popolo.  

Michele D’Annunzio – micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su