vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Carcere, personale ridotto all'osso: è guerra sindacati-direzione

Più informazioni su

VASTO – Personale ridotto all’osso. Poliziotti costretti a rinunciare ai riposi per garantire le ferie a tutti. Protestano i sindacati degli agenti penitenziari del carcere di Torre Sinello, a Vasto.

Carenza di personale. In un comunicato congiunto, le organizzazioni sindacali Osapp, Uil, Cisl-Fns, Sinappe, Ugl e Cnpp affermano che “attualmente, su una forza ipotetica di circa 90 unità attive al lavoro, si contano in assenza continua non meno di 19-22 unità in aspettativa da stress lavorativo, oltre a un costante numero che risulta comunque assente nelle varie turnistiche spalmate sulle 24 ore”.

Ferie. Secondo i sindacati degli agenti, i primi 3 o 4 giorni di ferie vengono contati come giorni di riposo settimanale, di cui i poliziotti non hanno potuto godere nelle settimane precedenti. Critiche anche per la decisione della direzione di dirottare parte dell’organico in altre iniziative, quali le celebrazioni per il Santo patrono della polizia penitenziaria e la presentazione della Partita del cuore. “E intanto – sottolineano i rappresentanti sindacali – il personale, per fruire delle ferie, deve rinunciare al recupero psico-fisico: niente riposo settimanale”.

La replica. “I rappresentanti sindacali locali – replica il commissario Ettore Tomassi, comandante della polizia penitenziaria di Torre Sinello – sono stati invitati a sedersi attorno a un tavolo. Il direttore del carcere, Carlo Brunetti, si è detto disposto a rivedere le proprie posizioni per rendere più funzionale l’organizzazione del lavor, ma per iniziare una trattativa bisogna riunirsi e confrontarsi senza pretendere una rotazione lavorativa selvaggia. Lo abbiamo chiesto ai sindacati regionali e ci hanno detto sì, ma quelli locali non ne vogliono sapere. Le polemiche mi sembrano strumentali, perché chi non ha usufruito dei permessi, può farlo la settimana successiva, oppure accumularli alle ferie, che sono di almeno 15 giorni per tutti. La quota parte di permessi – afferma Tomassi – viene comunque garantita nonostante la carenza di personale: dei 130 agenti assegnati al penitenziario di Vasto, solo 94 sono attualmente in servizio. Le persone assenti per stress lavorativo – sostiene il commissario – sono 6 o 7 e non una ventina. Alcune sono prossime alla pensione”.

 

Più informazioni su