vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Vicenda ex Panoramic, D'Alessandro: "Non chiedo scusa a Lapenna"

Più informazioni su

VASTO – “Non ho chiesto scusa a nessuno perché non devo chiedere scusa a nessuno”. Lo dice il giornalista Davide D’Alessandro, direttore di Polis, in merito alla vicenda legale relativa alla querela presentata e ora ritirata da Patrizio Lapenna, fratello del sindaco di Vasto. Motivo del contendere: alcuni articoli scritti da D’Alessandro sull’abbattimento dell’Hotel Panoramic di Vasto, acquistato dalla società Buysell per realizzare un complesso residenziale.

“Se si legge bene il testo redatto dall’avvocato Masciarelli – scrive D’Alessandro nella sua replica – si evince che il sottoscritto ha espresso rammarico per l’equivoco intervenuto e che non ha mai inteso esprimere giudizi di disistima nei confronti di Patrizio Lapenna. In effetti, andando a rileggere tutti gli articoli degli ultimi anni, compreso quello che ha scatenato la querela firmata da Lapenna, ho sempre espresso valutazioni su fatti politici e mai riguardo alla persona. Questo ho detto, ho scritto e ribadito. Non ho chiesto scusa a nessuno perché a nessuno devo chiedere scusa. Se Lapenna ha ritenuto di ritirare la querela, ne sono contento perché sono molto occupato a fare altro, oltre ad avere una certa allergia verso il diritto e le aule dei tribunali, nonostante fossi assistito dall’ottima professionista, Avv. Giuseppina Di Risio. Nulla rinnego di quanto scritto negli ultimi anni. L’ex Hotel Panoramic resta un mostro di cemento armato. Senza se e senza ma. Lo hanno detto 5.132 vastesi firmando il documento di Polis”.

Più informazioni su