vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

No festa Idv, D'Adamo (ApV) scrive a Di Pietro: "Vasto è di serie A"

Più informazioni su

VASTO – “Caro Di Pietro”. Francescopaolo D’Adamo, di Alleanza per Vasto, scrive una lettera aperta al leader del partito cui è stato iscritto fino a pochi mesi fa. Il motivo del contendere è lo spostamento da Vasto a Rimini della festa nazionale dell’Idv, che per 4 anni si è svolta a Palazzo D’Avalos. Secondo D’Adamo, le motivazioni della mancanza di posti letto e di una struttura coperta in grado di ospitare 4mila persone “hanno solo screditato la città e coloro che, come il sindaco, fanno sfoggio delle potenzialità di questo luogo. In un soffio hai cancellato quattro anni di ostentazione di parole come turismi e destagionalizzazione. Tutto questo perché? Perché, come pubblicamente gridato dal palco in occasione dell’incontro 2009 dal senatore Felice Belisario: Questa piazza è diventata troppo piccola.
Già lo scorso anno avevamo (forse qualcuno ricorderà su mia proposta) allestito una tensostruttura su piazza del Popolo, magari quest’anno avrebbero potuto fare di meglio ma è mancata la volontà o sono mancati impegno e idee di chi opera in questo territorio.
Caro Di Pietro il tuo “lapsus” nel discorso di qualche tempo addietro che confermava Vasto sede dell’Incontro programmatico anche per quest’anno e il titolo che in questi giorni gira, Arrivederci Vasto, suonano male. Soprattutto il secondo. Arrivederci a quando? Quando la città sarà cresciuta  o quando il partito sarà ridimensionato? La mia passione per la “Città del Vasto” mi ha spinto a scendere in politica. L’ho fatto aderendo ad un partito in cui credevo. Ora in breve tempo dovrei assorbire una doppia delusione? Ne basta una e questa non è certo quella che vuole Vasto una città di serie B”.

Più informazioni su