vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Il Tar dà ragione al Comune: il Piano del commercio non si tocca

Più informazioni su

VASTO – E’ pienamente legittimo il Piano commerciale del Comune di Vasto, che ha detto “sì” alla media distribuzione e “no” a nuovi centri commerciali di grandi dimensioni. Lo stabilisce la sentenza con cui il Tar ha dato ragione all’amministrazione comunale, respingendo il ricorso presentato da due società vastesi, la Sapi srl e la Modulo Quattro srl, comproprietarie del centro commerciale Pianeta di via Cardone, di cui volevano l’ampliamento. Nella loro istanza, le due società lamentavano di essere state danneggiate dal recepimento parziale della nuova legge regionale sul commercio. La Giunta di centrosinistra che amministra la città aveva, infatti, deciso di portare in Consiglio comunale un provvedimento che comportava l’entrata in vigore a Vasto delle sole norme che prevedono la possibilità di aprire strutture di medie dimensioni, sbarrando la strada a nuovi ipermercati. Il 5 ottobre scorso, il documento che pianifica lo sviluppo commerciale della città aveva ottenuto il via libera dal Consiglio. Un’approvazione accompagnata dalle polemiche: se, infatti, le associazioni dei commercianti condividevano l’impostazione voluta dall’amministrazione Lapenna, alcuni gruppi imprenditoriali si mettevano di traverso. Secondo la Sapi e la Modulo Quattro, con il recepimento parziale della normativa regionale veniva impedito loro di ampliare il Pianeta portandolo dagli attuali 7000 a 12mila 900 metri quadrati, così come consentito dal Piano regolatore. Per questo, le due società si erano rivolte ai giudici amministrativi. Il Tar di Pescara ha respinto l’istanza. “Le società – si legge nella sentenza – sono sì, comproprietarie dell’immobile ad uso commerciale”, ma “non sono titolari di specifiche autorizzazioni commerciali per la grande distribuzione, in quanto il titolare è un altro soggetto, il gestore al quale il complesso è stato affittato”. Il Comune di Vasto è stato difeso in giudizio dagli avvocati Stefano Monteferrante e Nicolino Zaccaria. “Una sentenza – commenta il sindaco, Luciano Lapenna – che conferma la piena trasparenza del nostro operato, nel rispetto delle regole e della meditata decisione del Consiglio comunale”.

micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su