vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Blitz dei carabinieri: dieci chili di droga nella villa, coniugi arrestati

Più informazioni su

VASTO – Dieci chili di droga, tra eroina e cocaina. Valore iniziale: 150mila euro, ma il prezzo, una volta immesse sul mercato illegale, poteva anche lievitare  fino a 4 volte tanto, secondo i carabinieri di Pescara, che hanno arrestato una coppia rom residente a Vasto e sequestrato la loro villa di località Incoronata. Nel carcere vastese di Torre Sinello e in quello femminile di Chieti sono finiti Carmine Bevilacqua e Lucia Sauchella, di 36 e 34 anni, marito e moglie. L’accusa nei loro confronti è detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nell’abitazione della periferia settentrionale di Vasto, i militari hanno trovato 7 chili e mezzo di eroina e 2 e mezzo di cocaina, oltre a una pistola calibro 21 di fabbricazione slava illegalmente detenuta e dotata di  27 cartucce. Le indagini sono partite da Pescara, dove i carabinieri del Comando provinciale hanno cominciato a seguire gli spostamenti di alcuni presunti spacciatori del posto e si sono insospettiti. Osservandoli e pedinandoli, hanno scoperto che viaggiavano verso Sud, fino ad arrivare a Vasto dove, secondo gli investigatori, si rifornivano di stupefacenti per poi tornare nel capoluogo adriatico e rivenderli. Il punto di smistamento è stato individuato in una villa di località Incoronata dove, nel blitz messo a segno, i carabinieri hanno trovato i 10 chili di droga e la pistola con le munizioni. Sequestrate la villa e alcune auto dei coniugi, per un valore totale stimato che si aggira intorno al milione di euro, cui va sommato il prezzo della droga: 150mila euro, che potevano lievitare fino a 600mila una volta smerciata in dosi la sostanza illegale. In base agli accertamenti compiuti, eroina a cocaina arrivavano in Abruzzo seguendo probabilmente la rotta balcanica ed erano dirette non solo al mercato abruzzese, ma anche a quello molisano. Marito e moglie sono stati arrestati con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e condotti il primo nel penitenziario di Vasto e la seconda nella sezione femminile di quello di Chieti.

Più informazioni su