vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Vastoviva: "Ospedale, la Regione ha tagliato 70 posti letto"

Più informazioni su

VASTO – “Le polemiche di questi giorni sulla stampa confermano che la nostra preoccupazione, più volte espressa, in merito al taglio dei posti letto in questo territorio era più che fondata: l’ospedale perde 30 posti letto per acuti a Gissi e 70 a Vasto”. E’ l’associazione “Vastoviva” a lanciare l’allarme e ad attaccare il governo regionale sui tagli alla spesa sanitaria, che colpiscono pesantemente il Vastese. “In questo contesto – rincara il sodalizio di cui è presidente Nino Fuiano – il nostro Pronto soccorso vive come sempre una estate di trincea. Sollecitiamo i rappresentanti della politica regionale di questo territorio, il consiglio e l’amministrazione comunali, il sindaco di Vasto, anche in qualità di presidente del comitato ristretto dei sindaci, e i partiti, a mettere da parte le polemiche sterili e ad adoperarsi perché l’ospedale di Vasto-Gissi sia, innanzitutto!, difeso, e poi ci si impegni affinché sia veramente ospedale di rete con tutte le caratteristiche necessarie per essere ospedale di confine. Nei 170 posti letto, a cui sarà ridotto il nostro ospedale dai 240 che erano(sarà ancora il caso di chiamarlo ospedale?), saranno compresi i posti di neonatologia di 1° e 2° livello, i due posti in più per la rianimazione, i due posti per la terapia antalgica per il controllo del dolore, che ci venivano assegnati dal precedente piano di riordino della rete ospedaliera, la legge 6 del 2007? In che misura le nostre specialistiche, alcune delle quali dichiarate di eccellenza dalla stessa direzione generale della Asl, pagheranno questi tagli? La promessa dell’emodinamica a Vasto – chiede Vastoviva – resterà tale o verrà finalmente realizzata, come prevede il Piano sanitario regionale del 2008? Quanto dobbiamo aspettare per il potenziamento del 118?”.

Giuseppe Ritucci

Più informazioni su