vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

ApV e Verdi "corteggiano" l'Idv. D'Alessandro: "Aprire un confronto"

Più informazioni su

VASTO – L’Idv si smarca e annuncia che proporrà un proprio candidato al tavolo del centrosinistra, senza accettare imposizioni dal Pd. Una mossa che fa ricevere al partito di Antonio Di Pietro i corteggiamenti di Alleanza per Vasto e dei Verdi. Davide D’Alessandro, coordinatore di ApV, propone ai dipietristi di costituire un terzo polo, alternativo al centrosinistra ufficiale che amministra la città, ma anche al centrodestra: commentando il congresso cittadino dell’Italia dei valori, D’Alessandro evidenzia che i dipietristi “ritengono che il candidato Lapenna alle elezioni del 2011 sia perdente, non più spendibile per una aspra competizione contro la destra. Ritengono anche l’impossibilità, per Vasto, di riproporre quest’ultima al governo della città, dopo gli anni della litigiosità, per la verità mai terminata, al suo interno. Con queste premesse, noi di Alleanza per Vasto crediamo che si possa, anche con l’Idv, non avendo preclusioni verso alcuna tessera ed alcuna appartenenza, aprire un tavolo di confronto e di programmazione, per scrivere insieme una nuova e grande storia civica, l’unica in grado di impedire l’implosione del buono che resta nel centrosinistra e il ritorno di una certa destra”. Se Alleanza per Vasto vorrebbe attirare l’Idv verso il centro, i Verdi la spingono a sinistra: “La proposta dell’Italia dei valori stuzzica ed intriga”, afferma Antonino Spinnato, “considerato il fallimento politico che ha contraddistinto il Pd nella guida della città, almeno fino ad oggi.
Le Nta, ad esempio, viaggiano sul filo di lana e, se non si dovesse fare in tempo, il disastro di questa amministrazione sarebbe totale. Fermo restando il fatto che dovrà essere l’assemblea degli iscritti al partito, a cui appartengo, a ratificare un’alleanza del genere, personalmente ritengo che sia l’unica strada percorribile per far uscire dal pantano in cui si trova il centrosinistra vastese”. Secondo Spinnato, “sarebbe interessante se forze politiche come Idv, Psi, Verdi, Rifondazione comunista, Sinistra ecologia e liberà ed il mondo dell’associazionismo si riunissero intorno ad un tavolo per discutere di questa nuova possibilità che la politica locale prospetta”.

micheledannunzio@vastoweb.com

 

Più informazioni su