vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

In vacanza con assegni falsi e alla polizia dice nome falso: denunciato

Più informazioni su

VASTO – Per pagare la vacanza a Vasto avrebbe usato assegni falsi. E quando la polizia ha scoperto il trucco, D.C.D., 31 anni, di San Severo, ha anche dichiarato un nome inventato. E’ stato denunciato per truffa e ricettazione. Secondo gli investigatori, questa volta nella rete dei controlli sulle persone che alloggiano in riviera nel periodo estivo è finito un membro della malavita pugliese.

Le indagini. Durante le verifiche riguardanti le identità dei turisti che attualmente alloggiano negli hotel e residence di Vasto Marina, gli agenti della squadra anticrimine, diretta dall’ispettore Angelo Torzi, si sono imbattuti nel nome del trentunenne, già conosciuto dalle forze dell’ordine, e hanno cominciato ad indagare sul perché della sua presenza in città. Era solo un viaggio di piacere? Pare di no, in base ai risultati delle indagini, comunicati dal vice questore Cesare Ciammaichella, dirigente del Commissariato di via Bachelet. Gli inquirenti hanno scoperto che l’uomo aveva con sé titoli di credito falsi, assegni in particolare, che avrebbe usato per pagarsi la villeggiatura. Nei suoi confronti è scattata la denuncia per truffa e ricettazione.

Il precedente. Già il 6 luglio scorso un altro trentunenne di San Severo era stato denunciato per truffa. Secondo la polizia, era a Vasto per unire l’utile al dilettevole: vendere automobili che aveva preso a noleggio e di cui attestava di essere proprietario con documenti falsi, e trascorrere le vacanze al mare. Nei suoi confronti sono state ipotizzate anche la falsità materiale e la ricettazione.

Più informazioni su