vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Crisi: niente premio di risultato alla Cima-Cid, sciopero di due ore

Più informazioni su

SAN SALVO – Hanno incrociato le braccia ieri per due ore i lavoratori della Cima-Cid, azienda metalmeccanica di San Salvo. Chiedono che la proprietà riconosca loro il premio di risultato. “Questa linea di non voler (o poter) dare il pdr – afferma Mario Codagnone, segretario provinciale della Fiom-Cgil – è abbastanza generalizzata nella nostra provincia, ma deve essere contrastata perché i lavoratori hanno già perso alcune migliaia di euro a causa della cassa integrazione e non devono pagare per la seconda volta. Imprese, istituzioni e sindacati devono saper fare fronte comune per affrontare le situazioni difficili. Per farlo e per reggere la competizione sul mercato, servono una vera politica industriale e prodotti di qualità, invece di peggiorare le condizioni di lavoro e attaccare i diritti costituzionali delle lavoratrici e dei lavoratori”. Nel Vastese rimangono a rischio 700 posti nel solo settore metalmeccanico. Dopo le ferie estive, il rientro in fabbrica coinciderà con “l’autunno caldo” di molte aziende. Come alla Valsinello e alla Teknolamiere della zona industriale di Gissi, dove la Fiom.Cgil chiede “un piano industriale importante per due aziende che occupano più di 100 dipendenti, cui dare un futuro e un salario garantito”. 

micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su