vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Gp di San Marino, Iannone si ritira. Tomizawa muore dopo la caduta

Più informazioni su

MISANO ADRIATICO (Rimini) – Niente da fare per Andrea Iannone al Gran premio di San Marino della classe Moto2. Il pitola vastese è stato costretto al ritiro quando mancavano 3 giri al termine per un problema tecnico. Scattato in testa nei primi giri, è stato costretto a scontare un ride through per partenza anticipata: ripartito ultimo, ha rimontato fino alla 18° posizione. Poi lo stop forzato. Ora scende dal secondo al quarto posto nella classifica mondiale, dominata dallo spagnolo Elias.

La cronaca. Lo spagnolo Toni Elias (Moriwaki) ha vinto il Gran Premio di San Marino classe Moto2, dodicesimo appuntamento del Motomondiale, l’undicesimo per la categoria mono marca. Sul circuito di Misano, l’indiscusso leader della classifica iridata, autore già ieri anche della pole position, ha centrato la sua quarta vittoria consecutiva, la sesta stagionale, ed ha preceduto 1″969 il connazionale Julian Simon (Suter) e di 11″917 lo svizzero Thomas Luthi (Moriwaki). Quarto posto a 15″409 per Simone Corsi (Motobi), quinto posto a 16″219 per il tedesco Stefan Bradl (Suter) e sesto posto a 16″676 per il francese Jules Cluzel (Suter). Nono posto a 20″650 poi per Claudio Corti (Suter) e decimo posto a 29″678 per Roberto Rolfo (Suter). Ritiro a 3 giri dal termine per Andrea Iannone (Speed Up), che nel Mondiale piloti era al secondo posto a 67 punti da Elias. Non ce l’ha fatta a rimanere aggrappato alla vita il giapponese Shoya Tomizawa (Suter), caduto a 15 giri dal termine e investito dalle moto del sammarinese Alex De Angelis (Motobi) e del britannico Scott Redding (Suter), che lo seguivano a distanza ravvicinata, volati anche loro per aria. Le moto sono andate distrutte tutte e tre e il giapponese è stato portato via dal centro della pista, immobilizzato su una barella, in attesa dell’arrivo dell’ambulanza. E’ morto in ospedale. Elias guida sempre più nettamente il Mondiale con 211 punti davanti a Simon (128), Luthi (124), Iannone (119) e Corsi (97).

Più informazioni su