vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

"No parcheggi a pagamento": Striscione e manifesti di "Casa Pound"

Più informazioni su

VASTO – “No pizzo”. E’ la frase stampata sullo striscione affisso stanotte sul viadotto Histonium di Vasto dai militanti del movimento di destra Casa Pound per opporsi alla “decisione del Comune di aumentare le zone di parcheggio a pagamento”. Identici volantini con la figura di Lupin sono stati attaccati ai parcometri delle aree a strisce blu.

“Già avevamo avuto modo di protestare contro le strisce blu – spiega la sezione locale di  CasaPound Italia – ritenute illegittime dallo stesso codice della strada. Otra consideriamo la decisione dell’amministrazione comunale un’azione che andrà a discapito non solo dei commercianti del centro storico ma di tutti i cittadini vastesi. Per questo chiediamo a gran voce che vengano rispettate le dovute proporzioni tra i parcheggi liberi e quelli a pagamento e che i nostri concittadini non siano obbligati a pagare un pizzo per accedere al nostro tanto amato centro storico. Proporzioni tra l’altro rese obbligatorie dallo stesso codice della strada (art.7 comma 8) che recita testualmente: Qualora il comune assuma l’esercizio diretto del parcheggio con custodia o lo dia in concessione, ovvero disponga l’installazione dei dispositivi di controllo di durata della sosta, su parte della stessa area o su altra parte nelle immediate vicinanze, deve riservare una adeguata area destinata a parcheggio rispettivamente senza custodia o senza dispositivi di controllo di durata della sosta. Così come la Cassazione ha dichiarato nulle le multe agli automobilisti che parcheggiano nelle aree a pagamento, se nelle vicinanze non è stato predisposto anche un parcheggio libero”.

Il movimento di destra chiede al Comune di fare marcia indietro, restringendo le aree a strisce blu: “E’ inaccettabile – conclude CasaPound Vasto – considerando anche il particolare periodo di crisi economica, che venga inflitto un altro colpo ai cittadini vastesi e ai commercianti del centro storico”.

Più informazioni su