vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Allungare le feste patronali di San Michele, i commercianti dicono "si"

Più informazioni su

VASTO – I commercianti dicono sì alla proposta di allungare le festività di San Michele: sei giorni di fila, a partire da sabato 25 settembre con una mini-Notte Bianca.

Lunedì si sono riuniti gli esercenti iscritti al consorzio Vasto in centro, che hanno approvato la proposta del loro presidente, Marco Corvino. “Oggi – conferma Corvino – ho protocollato in municipio la nostra richiesta indirizzata all’amministrazione comunale. L’idea è di anticipare l’inizio delle festività patronali al 25 settembre e concluderle, come da tradizione il 30”. Non più due o tre giorni, come sempre, ma sei serate complessive.

La mini-Notte bianca. La Notte bianca di luglio ha richiamato nel centro di Vasto migliaia di persone. Ora, fatte le dovute proporzioni, i commercianti ci riprovano, chiedendo al Comune di ripetere una serata simile, senza arrivare però fino all’alba. “Nella richiesta scritta depositata in municipio – spiega Corvino – è contenuta la proposta di chiudere il 25 settembre corso Garibaldi e piazza Marconi a partire dalle 17”, in modo da creare una grande isola pedonale nel cuore della città e “cominciare alle 18 con l’intrattenimento fino alle 2. Una manifestazione in stile Notte bianca, anche se di durata inferiore”. Vasto in centro si impegna a organizzare “intrattenimento musicale, spettacoli di artisti di strada e iniziative per i bambini”.

Nel giro di qualche giorno il nuovo incontro con l’amministrazione comunale. Stasera si riunisce la Giunta. Probabile che si cominci a discutere delle proposte degli esercenti in vista del San Michele.

La proposta di D’Adamo. Nel dibattito si inserisce Francescopaolo D’Adamo, di Alleanza per Vasto. L’ex assessore appoggia l’idea di Antonino Spinnato (Verdi) di organizzare un concerto le band vastesi per dire “no” allo stop alla musica serale nei locali imposto dal Comune dopo le proteste di un gruppo di residenti del centro storico contro chi non rispetta le regole. Dovrà essere “senza orario e senza bandiera”, quindi non politicizzato.

E per il San Michele, D’Adamo propone quattro giorni di festa: “Il primo giorno dedicato alla musica eseguita da gruppi di giovanissimi, il secondo dedicato al dibattito pubblico, un talk show in piazza, con la partecipazione di rappresentanti di commercianti, pubblici esercenti, cittadini comuni e rappresentanti dell’amministrazione comunale (con apertura, intermezzi e conclusione da parte di musicisti professionisti locali). Il terzo giorno dedicato a band, cantautori, cori, artisti di piano bar, dj e operatori della musica in genere. Il quarto giorno, conclusione con ospiti amici di Vasto quali Indaco, Tony Esposito, Rodolfo Maltese e Francesco Di Giacomo (Banco).
 
Aggiungo di più. In una successiva occasione, premiare il video (da quello realizzato con un semplice telefonino, fino a  quello più sofisticato, magari realizzato da giovani come coloro che hanno partecipato al Vasto film festival) che rappresenti la manifestazione e sappia evidenziare, tramite questa, quanto la città sa proporre.

Una opportunità per il sindaco, quella di sposare l’idea di Spinnato così rielaborata, che starebbe a dimostrare la tesi secondo la quale un sindaco è sindaco di tutti, non solo di una parte, e soprattutto che il sindaco è sindaco non solo legato ai partiti. Insomma – conclude D’Adamo – di un sindaco che sa ascoltare la città”.

Michele D’Annunzio – micheledannunzio@vastoweb.com

 

Più informazioni su