vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Pd, nasce il comitato "Infra per Vasto": ci sono 5 consiglieri comunali

Più informazioni su

VASTO – Porto, nuovo ospedale, Parco nazionale della costa teatina, turismo, scuola. Sono temi ambiziosi, quelli di cui si occuperà In-fra per Vasto, il nuovo comitato politico che nasce nell’area del Partito democratico. Sette i fondatori. Cinque sono consiglieri comunali del Pd: Fabio Giangiacomo, Nicolangelo D’Adamo, Ivan Aloè, Gianni Quagliarella e Antonio Di Santo. A loro si aggiungono Giancarlo Aquilano e Vincenzo Farina.

“Allo scopo di contribuire all’affermazione di infrastrutture materiali e immateriali oltre che allo sviluppo dei servizi collettivi – si legge nella nota dei promotori – nasce a Vasto un comitato promotore che cercherà di muoversi nelle istituzioni e soprattutto fuori da queste, al fine di coagulare consenso intorno a ineludibili  scelte e realizzazioni per la nostra città e per il vastese”. I problemi economici di tante famiglie “ci impongono di rimboccarci le maniche e di dialogare fattivamente con tutti i soggetti interessati allo sviluppo socio-economico”.

Gli obiettivi. Questioni strategiche per lo sviluppo della città e del Vastese, quelle di cui si occuperà In-fra per Vasto: “Porto e logistica, Scuola, Nuovo Ospedale, Costa Teatina e Turismo, Politica Energetica, sono solo alcuni dei temi sui quali si intende incidere, con dati oggettivi e forme organizzative calibrate sui singoli temi e capaci di far penetrare la discussione nel profondo del tessuto cittadino.

Scopo del comitato è anche quello di partecipare ai procedimenti amministrativi e al dibattito cittadino, come espressione positiva e propositiva, mettendo a disposizioni tutte le professionalità ed esperienze utili ad uno sviluppo del nostro territorio, confacente alle sue potenzialità e caratteristiche ambientali”.

In-fra per Vasto “non ha – precisano i sette fondatori – alcun diretto o contingente scopo politico o elettorale, ma come unico obiettivo  il bene comune della nostra collettività. Parole d’ordine: concretezza e dialogo”.

Più informazioni su