vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Stop alla musica, Idv e Prc: "Ora servono regole precise"

Più informazioni su

VASTO – Stabilire regole certe sull’intrattenimento musicale dentro e fuori dai locali. Lo chiede Rifondazione comunista all’amministrazione comunale di Vasto. La questione è calda, visto che domattina, alle 10, il sindaco, le band musicali, Confcommercio, Confesercenti e i consorzi dei commercianti si ritroveranno faccia a faccia nell’aula del Consiglio comunale per cercare una soluzione.

Intanto l’argomento è emerso nel dibattito su Presente e futuro di Vasto che si è tenuto l’8 settembre a Palazzo D’Avalos in occasione della festa regionale di Sinistra ecologia e libertà. Al confronto hanno partecipato i quattro segretari dei partiti di maggioranza: Peppino Forte (Pd), Alfredo Bontempo (Idv), Sante Cianci (Sel) e Fabio Smargiassi (Prc).

“E’ stata una battaglia per il rispetto delle regole. Non una battaglia personale”, ha tenuto a precisare Bontempo, che è anche residente del centro storico, dove 54 famiglie avevano presentato nei mesi scorsi una petizione rivolta al sindaco, Luciano Lapenna, per chiedere di fermare la musica fuori orario. “Non voglio – ha detto il segretario dell’Idv – stoppare la musica. Voglio il rispetto delle regole”.

Dopo le polemiche dei gruppi musicali vastesi e la proposta di Antonino Spinnato (Verdi) di organizzare un concerto di protesta, ora si cercherà una mediazione.

Smargiassi chiede “regole certe – e non vaghe come adesso – anche con il consenso delle associazioni di categoria e degli esercenti”.

“Mi fa piacere – commenta Spinnato – che Rifondazione comunista e Idv invochino regole certe. Ma per stabilirle sarebbe opportuno portare la questione in Consiglio comunale”.

 

Più informazioni su