vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Del Prete (ApI) attacca il Comune: "Lavori pubblici, poca roba"

Più informazioni su

VASTO – “L’amministrazione Lapenna quater segna clamorosamente il passo nel settore Lavori Pubblici, uno dei più importanti e strategici per lo sviluppo della città”. A dichiararlo è il coordinatore provinciale di Alleanza per l’Italia, Nicola Del Prete.

“Gli unici lavori di un certo rilievo in corso di svolgimento riguardano il complemento dei marciapiedi del quartiere San Paolo ed il complemento degli oltre mille loculi comunali. Progetti – sottolinea Del Prete, che per quattro mesi è stato assessore ai lavori pubblici – il cui iter procedurale della loro approvazione inziò più di un anno fa. Dunque, non c’è nulla di nuovo, di rilevante, per lo sviluppo della nostra città, se non questi due interventi e il collegamento della Istonia con la Statale 16, attraverso via Trave, anche quest’ultima, un’opera il cui iter vide la luce alcuni anni fa. E non ci pare che ci siano progetti di una certa consistenza in procinto di essere avviati da parte di questo settore che, peraltro, segna anche una preoccupante diminuzione di organico.

Non può essere un caso, infatti, che dagli 11 dipendenti in servizio, ne siano rimasti solo 7. Sono andati via, perché trasferiti, Italo Pomponio, Grazia Ciancio, e Daniele Camporeale, mentre Nicola Sallese è stato collocato in pensione. Di queste figure, nessuna è stata sostituita. Vasto è una città che cresce in maniera considerevole, il settore Lavori Pubblici non può operare senza un adeguato organico. Il nostro, non è un attacco all’assessore, o quanto meno non vuole esserlo in maniera diretta, ma un allarme preoccupante che lanciamo alla pubblica opinione che vede, giorno dopo giorno, la propria città languire senza che vi siano nuovi interventi di valenza strategica. Non è sufficiente rispondere che questa amministrazione ha inaugurato il parcheggio di via Foscolo e portato a compimento il progetto di marciapiedi di via Incoronata, via Santa Lucia e Sant’Antonio Abate, o la realizzazione dell’Asilo nido dell’Incoronata. Questi interventi sono stati realizzati quando c’era l’amministrazione Lapenna, quella originale, quella scaturita dal risultato elettorale non dalle alchimie dei manovratori. Da qualche tempo, invece, si assiste ad un vuoto di idee e di operatività.

Alcune funzioni prettamente legate al settore Lavori pubblici, come, ad esempio la programmazione degli asfalti, sono state stranamente delegate al settore Servizi. Insomma, i Lavori pubblici, senza più peso politico con l’Italia dei Valori, sono stati spogliati di proprie prerogative in favore di settori che operano in maniera spicciola e disinvolta in vista della imminente campagna elettorale”.

Più informazioni su