vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Inchiesta turismo/18. Docce a secco: dal 2010 forse a pagamento

Più informazioni su

VASTO – Fino a qualche anno fa, d’estate c’era la fila. Ora delle docce di Vasto Marina rimane lo scheletro. E qualche fontanella ancora attiva. Dal prossimo anno potrebbero essere sostituite da quelle a pagamento, ma per ora è solo un’ipotesi. E’ la diciottesima e ultima puntata che Vastoweb dedica nel 2010 al turismo è quella sulle docce dimenticate.

Ne rimangono cinque lungo gli oltre quattro chilometri della spiaggia di Vasto Marina. Prima ce n’erano molte di più. Ora sono tutte disattivate. Il Comune ha lasciato che l’acqua continui a sgorgare solo dalle fontanelle. D’estate non è più possibile darsi una rinfrescata gratis. Lo fa notare con una mail inviata a Vastoweb Daniele F., un turista romano di 38 anni. “Non ero mai stato a Vasto – racconta – e devo dire che è molto bella, anche se in alcuni casi mancano i servizi essenziali. Sulla spiaggia le doccie pubbliche sono tutte rotte”.

In realtà, pur essendo vecchissime, non sono guaste. Il Comune le ha disattivate. Era già accaduto tra nella calda annata a cavallo tra il 2006 e il 2007. Temperature record e l’inverno più mite da diversi decenni a questa parte. Clima primaverile anche in autunno. E così la decisione di lasciare le docce a secco nell’estate del 2007, di fronte a quella che era diventata un’emergenza idrica, con tanto di ordinanza che vietava l’uso di acqua potabile per finalità diverse da quelle igienico-sanitarie.

Quella decisione è divenuta definitiva. Almeno fino a quando non si troverà una soluzione alternativa. “Il problema – dice il sindaco, Luciano Lapenna – è che i rubinetti delle docce rimanevano spesso aperti, con la conseguenza di una notevole dispersione idrica. E’ stata una scelta obbligata. E poi alcune docce erano ormai state inglobate dagli stabilimenti balneari. Abbiamo pensato a degli impianti a moneta, ma quest’anno ci hanno frenato i molti atti vandalici verificatisi in città. Le gettoniere sarebbero sparite velocemente. Studiamo una soluzione per il prossimo anno”.

micheledannunzio@vastoweb.com

 

Più informazioni su