vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Di Giuseppantonio: potremo utilizzare l'ex tracciato ferroviario

Più informazioni su

VASTO – “Attualmente le Ferrovie dello Stato sono orientate a concederci il diritto di superficie, decisamente meno oneroso rispetto alla richiesta economica per l’acquisto dell’intero tracciato”. Lo afferma Enrico Di Giuseppantonio, presidente della Provincia di Chieti, rispondendo indirettamente alle polemiche sollevate dai consiglieri provinciali del Pd Tommaso Coletti, Camillo D’Amico e Peppino Forte, che denunciano: il percorso ciclopedonale che sarà al centro del futuro Parco della Costa teatina è stato depennato dal Piano triennale delle opere pubbliche della Provincia.

Per acquistare l’intero litorale da Francavilla al Mare a Vasto, in buona parte di proprietà delle Ferrovie, servono 50 milioni di euro, ma “non abbiamo abbandonato la via dell’acquisizione – dice Di Giuseppantonio – purché ci si possa accordare su una cifra ragionevole, che contemperi le esigenze della Provincia e quelli delle Ferrovie. Rimane aperta anche la possibilità dell’esproprio, ma è un’ipotesi che presenta alcune difficoltà sul piano procedurale.
La trattativa prosegue intensa, ma siamo certi di poterla chiudere presto: tra quindici giorni, del resto, è previsto un nuovo incontro presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, per definire soprattutto la questione legata ai fondi che dovranno finanziare l’opera, che potrebbe suscitare un interesse strategico nazionale.
Il nostro lavoro – conclude il presidente della Provincia – va avanti senza grossi proclami, ma convinti che occorra una sinergia istituzionale salda ed attiva per giungere al risultato che fin dal mio insediamento sto perseguendo: per questo la nostra attività si sta caratterizzando con una continua interlocuzione con enti, istituzioni e le categorie produttive del territorio”.

micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su