vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Arcivescovo, nuovo monito alla politica: non cementificate Vasto Marina

Più informazioni su

VASTO – “Si perde tempo andando dietro a una casa, si pensi al bene comune”. Lo ha
detto l’arcivescovo di Chieti-Vasto, monsignor Bruno Forte, parlando nel salone parrocchiale di Stella Maris agli operatori commerciali e turistici di Vasto Marina e in molti tra i presenti hanno interpretato questeparole come un riferimento diretto alla questione della casa di Montecarlo che ha coinvolto il Presidente della Camera, Gianfranco Fini. Senza citare i protagonisti della vicenda, il presule, che parlava in maniera informale nel corso della sua visita pastorale alla comunità, ha esortato i presentia non perdere di vista il bene comune e la ricerca della soluzione dei problemi collettivi. Il 29 settembre scorso, sempre a Vasto, parlando all’omelia della messa patronale, monsignor Forte era stato durissimo: “Stiamo assistendo ad uno spettacolo vergognoso – aveva detto tra l’altro – nel quale gli interessi personali, le vendette e i ricatti offrono un quadro desolante della politica”.

La cementificazione. Dinanzi agli operatori turistici l’arcivescovo è tornato a scagliarsi contro la cementificazione di Vasto. Nel mirino, questa volta, lo sviluppo edilizio di Vasto Marina. Già nella visita pastorale in municipio, monsignor Forte aveva chiesto alla politica di porre un freno al mattone selvaggio in una città in cui si contano non meno di 3mila alloggi sfitti. Ora rincara la dose, tornando a chiedere agli imprenditori del settore pacchetti turistici a prezzi contenuti. “Abbiamo fatto tanto, ora tocca agli enti che dovrebbero realizzare fogne e condotte idriche”, gli ha risposto durante la riunione Domenico Molino, balneatore e assessore comunale alle Finanze.

micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su