vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Tagli: la Regione chiude l'Ater. Argirò (Pdl): "I patti non erano questi"

Più informazioni su

VASTO – Nuovi tagli nel Vastese. Dopo la sanità, ora tocca alle case popolari. L’Ater di Lanciano-Vasto è vicino alla soppressione. Sparirà l’ente che ha sede a Lanciano e gestisce l’edilizia residenziale pubblica. Lo ha deciso la Giunta regionale nella seduta del 27 settembre. La scure del governo regionale si abbatte ancora una volta sulla parte meridionale della regione. E la cosa provoca reazioni negative nella stessa maggioranza di centrodestra, in cui si annunciano voti contrari quando il provvedimento approderà in Consiglio.

“Il nostro territorio – afferma Nicola Argirò, consigliere regionale del Pdl – è stato già penalizzato abbastanza, si ricordi la soppressione della Asl e la drastica riduzione di posti letto nei presidi ospedalieri di Vasto e Gissi, per poter accettare anche la soppressione dell’Ater, unica realtà regionale, tra le cinque presenti, ad avere un bilancio virtuoso e in attivo. Nella riunione svoltasi il mese scorso nella sala Silone del Consiglio Regionale, tra membri della giunta e consiglieri regionali di maggioranza, al quale erano presenti anche i consiglieri regionali del territorio Chietino, oltre che il presidente della Regione Gianni Chiodi e l’assessore Mauro Febbo, era stato raggiunto un accordo secondo il quale l’Ater Lanciano-Vasto, proprio in virtù dei suoi bilanci virtuosi , non sarebbe stata soppressa, mentre sarebbero state accorpate quelle di Pescara e di Chieti. Pertanto – annuncia Argirò – esprimo totale disaccordo per queste decisioni contrarie agli impegni presi in precedenza, e ciò che è passato in Giunta troverà la mia opposizione e il mio voto contrario sia in commissione che all’esame dell’aula, spero supportato dai consiglieri regionali locali di maggioranza”.

micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su