vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Argirò (Pdl): "Frase infelice, Zavattaro spieghi al Consiglio regionale"

Più informazioni su

VASTO – Zavattaro deve spiegare dinanzi alla commissione Salute del Consiglio regionale il significato di quella frase. Non lo chiede solo l’opposizione, che vuole la destituzione del manager della Asl provinciale, ma anche la stessa maggioranza di centrodestra. “Ho un biglietto nel portafoglio sul quale c’è scritto: se dovessi star male, non portatemi in un ospedale della provincia di Chieti”: questo aveva detto il manager della Asl provinciale, che poi si era scusato, rendendosi conto di aver sollevato un polverone. Dal Pdl arrivano richieste di chiarimento. 

Nicola Argirò (Pdl), consigliere regionale del Vastese, chiede una riunione “urgente e straordinaria” della commissione Affari sociali e tutela della salute “affinché venga convocato e audito il manager Zavattaro per chiarire la sua posizione in merito alle dichiarazioni dei giorni scorsi sui professionisti sanitari locali”. La richiesta serve a “far rientrare nell’alveo istituzionale e nelle sedi opportune ciò che non può essere oggetto di chiacchiere da bar, in quanto, il manager Zavattaro è stato nominato dall’ente regionale ed è soltanto ad esso che lo stesso deve rendere conto del suo operato”.

Ma il significato dell’iniziativa di Argirò è anche un altro. La questione è capire se accorpare la Asl di Lanciano-Vasto a quella di Chieti abbia prodotto troppi disservizi per i cittadini, se si pensa anche al piano di riordino della sanità regionale che prevede il taglio di 40 posti letto nell’ospedale San Pio da Pietrelcina di Vasto e simili riduzioni anche a Lanciano. “La convocazione della commissione e la conseguente audizione del manager – spiega Argirò – sarà utile per comprendere gli effetti positivi, se ci sono stati, della Asl unica ad otto mesi dalla sua creazione e quali sono i problemi e le opportunità della riconversione degli ospedali di Gissi, Casoli e Guardiagrele a seguito del nuovo piano sanitario regionale”.

micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su