vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Elezioni 2011, Prospero si rilancia:"Servono esperienza e popolarità"

Più informazioni su

VASTO – Servono “conoscenza della città ed esperienza” per guidare Vasto negli anni della crisi economica. Antonio Prospero rilancia la sua candidatura. Il consigliere regionale del Pdl non ha mai fatto mistero di volerci riprovare. E’ stato sindaco per oltre un decennio tra gli anni Ottanta e l’inizio degli anni Novanta.

“Ho dato – ribadisce a Vastoweb – la mia disponibilità a candidarmi sindaco e la confermo. Se c’è la convergenza su questo, sono pronto a correre per le elezioni del prossimo anno”. Venerdì sera il Pdl riunirà dirigenti, iscritti e simpatizzanti alla pizzeria Pegaso per iniziare a organizzarsi in vista delle elezioni comunali della prossima primavera. A breve verrà ufficializzato il nuovo direttivo. Ma su chi dovrà essere il candidato sindaco non c’è ancora l’accordo. Anche se il partito non dovesse scegliere lui, Prospero annuncia che “rimango nel Pdl. Non vado con i finiani”.

Scelta diversa significa Etelwardo Sigismondi. “E’ legittimo – commenta Prospero – che i giovani si impegnino direttamente”, ma “dipende dalla scelta che si fa. Se nel decidere chi deve essere il candidato sindaco prevalgono l’esperienza, la popolarità e la conoscenza del territorio, io sono disponibile. Bisogna valutare in base a quello che piace alla gente”.

Semidiceviprima, di Gabriele Cerulli, pubblica il nome dell’ex assessore provinciale Giacinto Mariotti. Il centrodestra cerca una persona in grado di coagulare le varie anime del Pdl, cioè gli ex An, gli ex Forza Italia e la corrente che fa capo al consigliere regionale Giuseppe Tagliente (con tre consiglieri comunali: Manuele Marcovecchio, Michele Notarangelo e Luigi Marcello), che da poco ha aderito in Consiglio regionale al gruppo del Pdl. Con Vasto che rivendica un assessorato in Regione, non è escluso che per lui si possa aprire uno spiraglio. La concorrenza per un eventuale posto nella Giunta Chiodi è rappresentata dentro il Pdl da Nicola Argirò, di San Salvo. A meno che la coalizione non si allarghi all’Udc e, allora, in piena corsa sarebbe anche Antonio Menna, capogruppo dei centristi in Consiglio regionale. Dipenderà anche dalle scelte che Casini e Cesa indicheranno a livello nazionale.

Ma il primo problema è Vasto. Fermo restando che, se si libera una casella in Regione, i riflessi sulla politica vastese potrebbero facilitare un’intesa che, al momento, è tutta da trovare.

Michele D’Annunzio – micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su