vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Stalking, 28enne ai domiciliari. E' accusato di aver molestato la sua ex

Più informazioni su

SAN SALVO – Non più divieto di avvicinarsi alla sua ex, ma arresti domiciliari. Il Tribunale di Vasto ha disposto l’aggravamento della misura cautelare nei confronti di un ventottenne, Z.L. le sue iniziali, già sottoposto precedentemente all’obbligo di tenersi distante almeno 500 metri dalla donna.

Il giovane era stato denunciato per stalking. “Aveva – dice il vice questore Cesare Ciammaichella – più volte molestato la donna con continui sms anche nelle ore notturne, le aveva danneggiato l’autovettura, aveva perfino trafugato alcuni beni della vittima dall’appartamento che condividevano.
In qualche occasione l’aveva anche percossa, tanto che la donna  aveva dovuto ricorrere alle cure dei sanitari. La vittima – prosegue il dirigente del Commissariato di via Bachelet – era stata  minacciata di morte in diverse occasioni pertanto, a scopo preventivo, la Polizia aveva provveduto a sequestrare armi e munizioni detenute dall’uomo”. 

Nei suoi confronti erano stati disposti il divieto di avvicinarsi a meno di 500 metri dalla ex e dai suoi congiunti e l’obbligo di dimora a San Salvo. Ma “l’ultimo episodio – afferma Ciammaichella – si verificava  lo scorso settembre  quando l’uomo, tramite sms, invitava la donna ad incontrarlo presso l’officina del padre, ubicata a Vasto, ove lo stesso provvedeva a recarsi a bordo di una moto, violando così ulteriormente la misura cautelare a cui era sottoposto.
Pertanto, in relazione alla gravità dei reati contestati all’indagato, il giudice ha deciso di sostituire la misura cautelare con quella più grave degli arresti domiciliari, imponendo all’indagato il divieto assoluto di incontri e di contatti telefonici con soggetti diversi dai familiari conviventi”.

 

Più informazioni su