vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Elezioni 2011. Malumori nell'Idv, la coalizione col Pd rischia di saltare

Più informazioni su

VASTO – Il tavolo del centrosinistra di Vasto rischia di saltare. L’Italia dei valori rimetterà in discussione tutto dopo la riunione convocata per lunedì. E a quel punto, non sarà poi così scontato rimettere ricomporre tutti i pezzi della coalizione in vista delle elezioni comunali della prossima primavera.

“Fastidio”. E’ la sensazione che si fa strada tra i dipietristi dopo le ultime esternazioni del Pd. Giovedì sera, a Vasto, il Partito democratico si è raccolto attorno ad Anna Finocchiaro, che ha parlato dinanzi alla platea della Multisala del Corso. Ma sono state le questioni locali a impadronirsi della scena, tant’è che la stessa parlamentare che guida il gruppo democratico al Senato, alla fine del suo discorso, ha lanciato dal palco un assist a Luciano Lapenna: tenetevi stretto questo sindaco che ha lottato per la legalità, è il succo delle parole pronunciate dalla Finocchiaro. Ma a fare rumore sono stati gli interventi del primo cittadino e di Peppino Forte, segretario cittadino del partito di Bersani. “A Vasto – ha tuonato Lapenna nel suo discorso – noi non temiamo lezioni da nessuno, né dentro né fuori dalla coalizione”. In questa fase pre-elettorale “siamo oggetto – ha sottolineato Forte parlando al pubblico – di attacchi che ci vengono dagli avversari. E questo è normale”. Non sono normali le polemiche e distinguo di cui sono autori “i nostri compagni di viaggio. Senza il Pd non si va da nessuna parte”. Prima di salire sul palco, a Vastoweb aveva detto che “la coalizione è praticamente fatta. Restano solo da limare alcune situazioni personali”. E sulla scadenza del 15 ottobre per ufficializzare le scelte del partito, “non so chi abbia messo in giro questa data. Chiediamo agli alleati un po’ di pazienza. Presto comunicheremo le nostre decisioni” sulle eventuali elezioni primarie e, quindi, sul candidato sindaco.

L’Italia dei valori non vuole che i tempi si allunghino. Perché non dà per scontata l’alleanza, né la candidatura di Lapenna o di un altro esponente del Pd. L’Idv chiede di aprire al più presto un tavolo di confronto con le altre forze politiche del centrosinistra. Trattative in cui, nel prendere le decisioni, si dia il giusto peso a un partito che negli appuntamenti elettorali degli ultimi anni si è attestato intorno al 15%, seconda forza della coalizione. I dipietristi avrebbero voluto farlo entro la fine di settembre o, al massimo, la prima metà di ottobre. Al momento, non c’è una data certa per aprire la discussione e cercare convergenze. Per questo, lunedì nella sede di Largo del Fanciullo, di fianco alla cattedrale di San Giuseppe, dirigenti e iscritti dell’Idv si guarderanno negli occhi in una riunione fiume da cui dipenderà buona parte del futuro del centrosinistra.

Michele D’Annunzio – micheledannunzio@vastoweb.com

 

Più informazioni su