vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Maltrattamenti in famiglia marocchina, polizia denuncia 45enne

Più informazioni su

SAN SALVO – E’ una storia di maltrattamenti e soprusi ai danni di due bambine di 4 e 3 anni e della loro madre, tutte marocchine, quella su cui indagano polizia e vigili urbani a San Salvo. Denunciato R.B., 45 anni, marito della donna e padre delle bimbe. Nei suoi confronti pendono le accuse di maltrattamento in famiglia, lesioni personali volontarie, aggravate e continuate. Gli agenti del Commissariato di Vasto e i vigili della polizia municipale di San Salvo sono intervenuti in una casa del centro storico, dove era stata segnalata una furibonda lite familiare. Le forze dell’ordine “raccoglievano – spiega il vice questore Cesare Ciammaichella – riscontri, tramite denuncia della donna e ammissioni delle stesse bimbe impaurite e in stato di tensione, su di una discussione tra coniugi, per futili motivi, sfociata in un’aggressione”, ai danni di A.K., 33 anni, da parte del marito, R.B., 45 anni. “Poco prima”, in base al racconto della donna, “lei era stata picchiata, colpita al volto e alla spalla, dal marito. Quest’ultimo – afferma il dirigente del Commissariato – forniva spiegazioni diverse su quanto avvenuto, ma le stesse figlie confermavano l’episodio di violenza poco prima avvenuto”.

Le tre sono state accompagnate al Comando di polizia municipale di San Salvo, dove la madre ha cominciato a sentirsi male. Trasportata all’ospedale San Pio da Pietrelcina di Vasto, le sono stati riscontrati dai medici del Pronto soccorso un trauma cranico-facciale commotivo e alcune contusioni.

“Già in precedenza – sottolinea Ciammaichella – c’erano stati problemi nell’ambito familiare: analoghi episodi di violenza si erano già verificati in passato con formali denunce della stessa donna. La potestà genitoriale delle bimbe era stata affidata, con provvedimento del Tribunale dei Minori dell’Aquila, ai servizi sociale del Comune di San Salvo, pur autorizzando le piccole a rimanere con i genitori”. Successivamente, “valutata l’inopportunità di affidare le minori al padre, le stesse venivano consegnate alle cure ed all’assistenza di una Casa famiglia del territorio”.

Nei confronti dell’uomo è scattata la denuncia per maltrattamento in famiglia e lesioni personali. Anche lui nel litigio ha riportato delle contusioni. La vicenda finirà al Tribunale dei minori dell’Aquila.

Più informazioni su