vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Taglio di 3 consiglieri provinciali, Lapenna scrive a Napolitano

Più informazioni su

VASTO – “E’ una carognata”, tuona Luciano Lapenna, sindaco di Vasto, che entra a gamba tesa nelle polemiche sulla riduzione del numero dei consiglieri provinciali. Passeranno da 30 a 24 a partire dalle prossime elezioni per effetto della riforma Brunetta. L’ipotesi di ripartizione territoriale dei collegi elettorali è stata elaborata dalla Prefettura su proposta dell’attuale amministrazione provinciale di centrodestra. Vasto città non avrà più tre consiglieri, ma due “e l’intero Vastese – fa i conti Lapenna – ne perderà tre, la metà dei sei seggi che complessivamente verranno eliminati dal Consiglio provinciale. Questa è una carognata nei confronti di Vasto e di un territorio di oltre 100mila abitanti. Mi meraviglio che i consiglieri provinciali di centrodestra assistano supinamente alle decisioni prese dall’amministrazione Di Giuseppantonio contro il Vastese. La nostra città avrà collegi da circa 18mila abitanti, le altre molto più piccoli. Significa che per essere eletti i candidati di Vasto dovranno prendere più voti e saranno, quindi, sfavoriti rispetto a quelli delle altre città”. Il sindaco ha inviato al prefetto di Chieti, Vincenzo Greco, due lettere da trasmettere al presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Una che ha firmato di persona, l’altra a nome dei capigruppo in Consiglio comunale. In entrambi i documenti si chiede la revoca dei tagli proposti dalla Giunta provinciale.  E’ al capo dello Stato che spetta, infatti, il decreto sulla ripartizione dei collegi elettorali.  

La situazione attuale. Attualmente i cittadini eleggono al Consiglio provinciale di Chieti 30 consiglieri più il presidente della Provincia. Alle elezioni del 2009 ha vinto Di Giuseppantonio a capo di una coalizione formata da Pdl, Udc e alcune liste civiche. Per effetto della riforma Brunetta sia i Consigli provinciali che quelli comunali perderanno dei seggi a partire dalle prossime elezioni. A Chieti si passera da 30 a 24. Stesso discorso per l’assemblea civica di Vasto, dove si voterà il prossimo anno per eleggere sindaco e consiglieri.

La Provincia. In tutto, fino alle elezioni 2009, il Vastese ha sempre avuto 9 consiglieri provinciali, altrettanti l’area frentana, mentre i restanti 12 erano ripartiti nell’area del Chietino, comprese Francavilla al Mare e Ortona.

I tagli. Chieti, Francavilla, Ortona e Lanciano manterranno invariato il loro numero di consiglieri provinciali, rispettivamente, 4, 2, 2 e 3. Il taglio di 6 posti colpirà principalmente il Vastese. Vasto, che è la seconda città della provincia dopo il capoluogo, passerà da 3 a 2. L’entroterrà perderà altri 2 seggi. I restanti 3 verranno eliminati in altre zone interne.

Michele D’Annunzio – micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su