vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Tagli al trasporto pubblico: l'11 novembre vertice Regione-Comune

Più informazioni su

VASTO – Ridurre i tagli che rischiano di mettere in ginocchio il trasporto pubblico a Vasto. Amministrazione comunale e governo regionale attorno a un tavolo l’11 novembre per cercare una soluzione che scongiuri la riduzione del 30% del chilometraggio urbano: a partire dal 2011 una sforbiciata di oltre 200mila chilometri su 679mila annuali. Per una città che ha un territorio di 70 chilometri quadrati il rischio è di ridurre all’osso il numero delle corse giornaliere, comprese quelle della stagione turistica, per evitare di lasciare sguarnite intere zone di Vasto. L’11 novembre in municipio Nicola Tiberio, assessore comunale ai Trasporti, inconterà Maria Antonietta Picardi, dirigente dell’analogo settore della Regione Abruzzo. Le chiederà di lasciare invariato il chilometraggio attuale, già insufficiente per una città che negli anni ha fatto registrare una forte espansione edilizia e un incremento demografico che ormai sfiora i mille residenti in più ogni 12 mesi. Vastoweb aveva parlato del problema trasporti il 18 ottobre.

Il problema. Meno autobus dal 2011. A rischio persino le corse estive. Quelle utilizzate dai turisti per raggiungere il centro e da molti vastesi per andare al mare evitando gli ingorghi. Si faranno sentire pesantemente a Vasto i tagli che la Regione si appresta a operare nel settore dei trasporti urbani. Mancheranno all’appello dal prossimo anno oltre 200mila chilometri l’anno sui 679mila complessivi spalmati nell’arco dei 12 mesi.

La drastica riduzione non è stata ancora messa nero su bianco, ma ormai è praticamente certa. E la scadenza del 31 dicembre non è poi così lontana. Oltre 200mila chilometri in meno vuol dire che bisognerà tornare a tagliare, nonostante i malumori dei residenti delle contrade. Le corse saranno sempre meno. A rischio non solo quelle lontane dalle ore di punta, ma anche quelle estive. Sarà difficile, dal prossimo anno, garantire quattro linee dirette alla riviera. Potrebbero scendere a due. Con la conseguenza che sulla tratta Vasto-Vasto Marina i mezzi pubblici passeranno ogni 30 minuti, come accade per il resto dell’anno. Quindi, a luglio e agosto, i bus viaggeranno stracolmi. E la cosa spingerà molti cittadini e turisti a non rinunciare alla macchina. Addio buoni propositi. Come le domeniche ecologiche o le Notti bianche con la chiusura al traffico di tutto il centro storico. Verrà probabilmente ridimensionata anche la linea verde, quella dei mezzi ecologici che percorre la cintura urbana. Il tutto a fronte di una città che si allarga in modo tentacolare su tre lati. Con palazzi che spuntano di mese in mese in zone in cui, fino a qualche anno fa, c’era solo campagna. Per garantire il servizio nella zona di via Alborato, la new town in cui vivono già centinaia di persone, si dovrà ridimensionarlo da qualche altra parte. La coperta corta.

Michele D’Annunzio – micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su