vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Spinnato (Costituente ecologista): "In centro potatura selvaggia"

Più informazioni su

VASTO – “Un’altra capitozzatura”, cioè una potatura selvaggia. Così Antonino Spinnato (Costituente ecologista) definisce l’intervento di sfoltimento delle piante eseguito dal Comune in pieno centro storico. Nel mirino dell’ambientalista finisce la decespugliatura di una quindicina di alberi dei marciapiedi di via Cavour, nei pressi dell’ufficio postale e via XXIV Maggio, la più larga delle traverse di corso Italia.

“Questa – polemizza Spinnato – è un’altra capitozzatura. Che senso ha tagliare tutti i rami? Poi nessuno storca il naso, se accadrà come in piazza Rossetti, dove si vede qualche albero rinsecchito dopo una potatura selvaggia come quella attuata stamani in via Cavour e via XXIV Maggio”. Non è la prima volta che l’ambientalista si scaglia contro le operazioni di sistemazione delle aiuole. Nel recente passato era già accaduto in via Adriatica, dove le aree verdi saranno gestite per i prossimi 5 anni dalla Pulchra: la società che gestisce l’igiene urbana in città ha provveduto alla messa a dimora di piantine (già divenute bottino di insoliti furti) ed erbetta. In quella circostanza, Spinnato e un altro noto ambientalista, Ivo Menna, avevano criticato il taglio di alcuni cedri libanesi. Secondo la Pulchra, si trattava di piante malate.

Polemiche anche in occasione dell’abbattimento di alberi nell’area della scuola dell’infanzia di Vasto Marina, in via Spalato.

micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su