vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Ospedale, caos sulla sala emodinamica tra allarmi e smentite

Più informazioni su

VASTO – “Il direttore generale della Asl ha ribadito l’impegno per la realizzazione della sala emodinamica”. Lo dice Luciano Lapenna, uscendo dalla riunione del comitato ristretto dei sindaci della Asl provinciale del Chietino. Dopo l’allarme lanciato da Vastoviva, il primo cittadino ha chiesto al manager, Francesco Zavattaro, se si farà o no all’ospedale San Pio da Pietrelcina la struttura che può salvare la vita alle persone colpite da infarto. “Il direttore generale – racconta Lapenna – ha risposto che, per quanto riguarda la Asl, è tutto a posto. Certo, non può parlare a nome del governo regionale”. Parole che non fugano definitivamente i dubbi, ma servono a chiarire che, se l’emodinamica dovesse prendere una strada diretta lontano da Vasto, non sarebbe per rinuncia dell’azienda sanitaria, ma per decisione politica.

Ore 11, Vastoviva lancia l’allarme. Vastoviva, l’associazione fondata da Angelo Bucciarelli, Maria Amato, Raimondo Pascale, Paolo Marino e Nino Fuiano, in mattinata ha lanciato l’allarme: “Purtroppo siamo stati facili profeti, giusto quattro mesi fa, quando affermammo che l’ospedale di Vasto sarebbe stata spogliata della sala emodinamica, oltre alla cancellazione di importanti unità operative complesse come Gastroenterologia, Neurologia, Orl, Pediatria, Nefrologia, Farmacia. Con un atteggiamento arrogante, senza nessuna considerazione per i danni che ne derivano alle nostre popolazioni, che vivono già una condizione di disagio, si tagliano 30 anni di politica sanitaria per il territorio. Tutto questo per il prevalere degli interessi di un sola Asl, quella di Teramo. È difficile pensare che possa avere ancora un futuro un ospedale come quello di Vasto riorganizzato sull’imbroglio e le bugie.
Oggi, purtroppo, dobbiamo ammettere che ogni giorno che passa, senza una precisa  presa di coscienza della politica, in mancanza di un piano strategico e organizzativo, le cose si complicano.
Oggi abbiamo bisogno di interlocutori attenti con cui discutere di come Vasto con il suo ospedale possa affrontare questo momento di abbandono che sta ricacciando l’intero territorio verso la marginalità”.

Ore 12, Lapenna: “Chiederò spiegazioni”. “Al momento, non ci sono comunicazioni ufficiali. Solleverò il problema oggi al direttore generale della Asl nell’assemblea del comitato ristretto dei sindaci”. Lo annuncia Luciano Lapenna, sindaco di Vasto, dopo aver letto il comunicato con cui Vastoviva afferma che all’ospedale San Pio da Pietrelcina non si farà la sala emodinamica fondamentale per salvare la vita alle persone colpite da infarto. Il comitato ristretto dei sindaci della Asl si riunisce alle 16 a Chieti. Parteciperà alla seduta il direttore generale dell’azienda sanitaria provinciale, Francesco Zavattaro.

Michele D’Annunzio – micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su