vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Bancarelle contese e primi sequestri, al mercato scatta giro di vite

Più informazioni su

VASTO – Bancarelle contese e primi sequestri a Vasto durante il mercato del sabato. Pugno duro imposto dalla polizia municipale per contrastare l’abusivismo nel settore del commercio ambulante. Scatteranno nuovi blitz. “Dal prossimo sabato controlleremo tutti”, annuncia il tenente Antonio Di Lena, responsabile del Nucleo commercio, composto da 4 uomini.

Verranno passate al setaccio le 123 attività commerciali ambulanti del mercato di viale D’Annunzio, dove il primo sequestro è già stato eseguito a danno di un venditore vastese, che si è visto confiscare 3 quintali di frutta e verdura, poi donati in beneficenza alla casa di riposo Sant’Onofrio di Vasto. Ma si è creato il caos sull’assegnazione degli spazi per le bancarelle, che sono stati ridisegnati e rinumerati dal Comune.

“Alcuni commercianti – spiega Sergio Petrongolo, comandante della polizia municipale – rivendicavano degli stalli. Sostenevano di aver diritto a subentrare in spazi precedentemente assegnati ad altri ambulanti. C’erano anche 3 persone che si contendevano un unico posteggio. Abbiamo disposto le prime rettifiche, eseguite dall’ufficio commercio del Comune. Da sabato prossimo inizieremo verifiche più mirate” sulla regolarità delle licenze e il rispetto delle normative sulla vendita e sugli spazi assegnati in concessione.

La nuova legge regionale. Multe salate, confisca e distruzione della merce. Giro di vite contro l’abusivismo nel commercio ambulante. Il Consiglio regionale ha approvato la legge su “norme e modalità di esercizio del commercio al dettaglio su aree pubbliche”.

Le sanzioni. Per i coloro che vendono senza licenza scatteranno pesanti multe, il sequestro della merce e , trascorsi 30 giorni, anche la confisca. Entro 48 ore dalla confisca, i prodotti messi in vendita illegalmente dovranno essere distrutti. Se si tratta di generi alimentari, verranno distribuiti ad associazioni Onlus e di volontariato che si occupano dei persone svantaggiate.

A Vasto il fenomeno del commercio abusivo fa registrare periodici picchi, accompagnati da polemiche politiche e richieste di maggiori controlli.

Per Nicola Argirò (Pdl), la legge regionale “tutela chi fa commercio ambulante in maniera regolare e contrasta i fenomeni di concorrenza sleale dietro i quali spesso si nascondono organizzazioni criminali” ed “ha trovato il parere favorevole delle organizzazioni dei commercianti e dell’Osservatorio sul commercio”.

Michele D’Annunzio – micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su